IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Bozzano lascia il posto di sindaco di Varazze, subentra il vice Pierfederici: “Ruolo difficile, serve l’aiuto di tutti i cittadini”

Domani sera il consiglio comunale lo dichiarerà ufficialmente decaduto: il prossimo anno si andrà al voto

Varazze. “Aiutate il sindaco: non è un ruolo facile, anzi, è insidioso. Il sindaco può sbagliare, è fatto di carne, ossa e sentimenti. E preoccupazioni. Il sindaco deve risolvere i problemi e la gente può criticare. Ma aiutatelo a prendere le decisioni importanti. Cercate di dargli la giusta serenità, perché la serenità del sindaco è la serenità della nostra comunità. Il sindaco è l’unico ruolo istituzionale di prima linea e primaria importanza per dare alle comunità i giusti ritorni”. E’ questa la richiesta che il sindaco di Varazze, Alessandro Bozzano, ha rivolto alla sua comunità nell’ultimo video da primo cittadino. Domani sera, infatti, il consiglio comunale lo dichiarerà ufficialmente decaduto: a seguito di questo atto, resosi necessario dopo l’elezione in consiglio regionale, il suo posto di “numero uno” del municipio temporaneamente ricoperto dal vice sindaco Luigi Pierfederici. La prossima primavera, poi, la città andrà al voto per scegliere il nuovo sindaco.

“In questi mesi – ha ricordato il neo consigliere regionale Bozzano – alla guida del Comune mi succederà Luigi Pierfederici, a cui lascio l’incombenza, l’onore ed onere di amministrare una città difficile come Varazze. Lo faccio con grande tranquillità. Luigi è una persona che mi sento di poter dire con orgoglio di aver formato personalmente. Conosco le sue grandi doti di equilibrio, di intelligenza, di umanità, di persona che mette per prima cosa davanti a tutto i bene della sua comunità. Che è anche il bene della sua città”.

Bozzano lascia il posto da sindaco “con un po’ di emozione e di rincrescimento: il sindaco ha un ruolo importante, fatto di sforzi e delusioni, di traguardi raggiunti, di difficoltà di percorso. Che in questi anni sono state le alluvioni, il Covid, la ricostruzione di buona parte delle nostre frazioni, delle strade, la risoluzione dei problemi quotidiani, che ora sono sempre ‘straordinari’, la lotta continua per equilibrare i conti, le necessità di trovare i fondi necessari per far fare alla città un balzo in avanti”.

“Ho ricoperto questo ruolo per sette anni, dedicando tutto me stesso alla risoluzione dei problemi della città. Quindi lasciare mi emoziona. Ma ho creato squadra di persone serie, oneste, che tiene al bene della comunità. Lascio la fascia dal sindaco al mio vice, che gode della mia stima e fiducia. Cercherò di supportarlo mettendomi a disposizione sua e della squadra. Ma chiedo a tutti i nostri concittadini di fare altrettanto: aiutate il sindaco”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.