IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Varazze, è il giorno dell’addio di Bozzano: “La cosa più bella che ho fatto? Piazza Dante”

Oggi il consiglio lo dichiarerà decaduto: "Non capisco perché un deputato possa fare il sindaco e un consigliere regionale no"

Varazze. Sta per terminare l’era Bozzano e la città si prepara a un nuovo sindaco, il suo successore, che alle 18 riceverà il testimone da “primo cittadino“. Alessandro Bozzano lascia il palazzo di viale Nazioni Unite per il posto da consigliere in Regione Liguria: gli succederà Luigi Pierfederici, vicesindaco. Nostalgia e rammarico per Bozzano, che ieri ha salutato la città con un discorso in diretta sui social. A IVG, dopo 6 anni da sindaco, lascia una foto ricordo del suo mandato agli sgoccioli.

“Sicuramente tra le cose più belle che ho fatto c’è Piazza Dante che è diventata come volevo – ci racconta – un luogo di aggregazione vera. Il ricordo più brutto, invece, è legato all’alluvione del 23 novembre 2019 con 108 persone sfollate e tutti i pesanti problemi che ha patito la città”.

Le valigie ormai sono pronte. Una nuova avventura politica, quella da consigliere regionale, qual è la prima cosa che farà per la sua città? “Sicuramente sensibilizzerò la Regione perché si completino le opere in difesa della costa e perché arrivino più finanziamenti possibili a questa provincia. Non solo a Varazze. Vorrei – continua – che si creasse una rete di sindaci e associazioni che rappresenti il levante savonese”.

Termina un capitolo per Bozzano. Il quasi ex primo cittadino è nostalgico: “Sono inevitabilmente un po’ dispiaciuto. In realtà sono anche un po’ rammaricato per lasciare un incarico incompatibile con quello nuovo che sto per assumere. Non capisco – sottolinea – come mai un deputato possa fare il sindaco mentre l’incarico di consigliere regionale è considerato incompatibile con quello di primo cittadino”.

E se si chiude una pagina per Bozzano, una nuova, anche se al momento per una manciata di mesi prima delle elezioni di primavera, si apre per il suo vicesindaco Luigi Pierfederici che tra breve diventerà “primo cittadino“ della località rivierasca. “Sono tranquillo – ci racconta – ormai il programma è delineato. Andiamo avanti sul solco di quello che Bozzano ha tracciato. Tra i primi obiettivi – afferma Pierfederici – il compimento della progettazione della passeggiata di levante in modo da poterne iniziare i lavori nell’ottobre del 2021. Poi, sicuramente, la messa in sicurezza del territorio, lo sviluppo della zona del retroporto e, tra le cose importanti, la realizzazione della caserma dei vigili del fuoco nella zona degli ex cantieri Baglietto”.

Entusiasta ma attento il successore di Bozzano, non nasconde però una certa preoccupazione che deriva dalla gestione e dall’evoluzione della pandemia. “Sicuramente – precisa – continueremo a lavorare per arginare e combattere il più possibile questa grande emergenza”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.