IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Medico investito mentre correva a Quiliano, identificato e arrestato il pirata della strada

E' un italiano di 46 anni, a incastrarlo le immagini della videosorveglianza di un negozio e un piccolo danno al veicolo

Quiliano. È un italiano di 46 anni, D.D., residente a Savona, il pirata della strada che, quattro giorni fa, ha investito il medico del Santa Corona Carlo Spirito senza poi fermarsi a prestargli soccorso. L’uomo è stato identificato ieri sera, al termine di una indagine serrata, ed arrestato in differita per omissione di soccorso. E’ anche indagato per lesioni colpose.

L’incidente si era verificato venerdì scorso: Spirito, chirurgo di 52 anni, stava facendo jogging lungo la strada che porta a Roviasca quando un furgone Daily bianco che procedeva nella stessa direzione lo aveva centrato facendolo cadere violentemente a terra. Il conducente, però, invece di fermarsi, si era dato alla fuga. Immediatamente era scattata la caccia all’uomo, e anche il nipote del medico aveva diffuso un appello sui social alla ricerca di testimoni.

Dai primi rilievi effettuati dall’unità operativa intervenuta sul posto e coordinati dal sostituto procuratore della Repubblica, Cristina Buttiglione, era emerso che il responsabile dell’investimento si trovava alla guida di un veicolo commerciale di medie dimensioni (il Daily).

Nelle ore successive, poi, sono stati ascoltati numerosi testimoni, che hanno aiutato a ricostruire ulteriori dettagli sul mezzo, come il colore (bianco), e sono state visionate le telecamere di sorveglianza del Comune di Quiliano e quelle di alcuni esercizi commerciali presenti nella zona.

E ad incastrare il pirata sono stati due elementi. Il primo, la registrazione di un impianto di videosorveglianza di un negozio, che ritrae l’uomo mentre scende dal mezzo e analizza la carrozzeria come per cercare eventuali danni di un impatto; il secondo, un frammento di plastica, recuperato sul luogo dell’investimento, risultato perfettamente compatibile con un piccolo danno sul veicolo.

Il responsabile è stato quindi rintracciato e condotto presso gli uffici della Polizia Stradale di Savona. Al termine degli accertamenti, che hanno visto anche l’ausilio del personale della Polizia Scientifica di Savona (per i rilievi tecnici sul veicolo), il quarantaseienne è stato condotto presso la sua abitazione. Ora si trova agli arresti domiciliari, in attesa dell’interrogatorio di convalida davanti al Gip.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.