IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ad Albissola scatta oggi il nuovo sistema di differenziata: ecco come funziona foto

L'assessore all'ambiente Siccardi: "Sarà una rivoluzione, ma ci permetterà di raggiungere risultati importanti"

Albissola Mare. Dopo mesi di preparazione e studio ad Albissola Mare è realtà il nuovo servizio di raccolta differenziata che sarà effettuato in parte grazie ad un punto di raccolta “ecostop” e in parte con il “porta a porta”.

Il nuovo sistema pensato dall’amministrazione per migliorare il conferimento dei rifiuti in città è ufficialmente operativo da questa mattina.

Per i cittadini albissolesi sarà una vera e propria rivoluzione perché, ovviamente, cambiano notevolmente rispetto al passato le modalità per “buttare” i rifiuti. Addio ai cassonetti tradizionali e separazione meticolosa dei diversi materiali per consentirne il pieno recupero sono due delle parole d’ordine alla base della nuova differenziata.

“Ieri sera siamo partiti con l’esposizione dell’umido che questa mattina è stato ritirato dagli operatori di Sat. Stasera si inizia con la carta secondo il calendario consegnato ai residenti” spiega l’assessore comunale all’ambiente Luisa Siccardi che ha curato personalmente il nuovo sistema.

“Il territorio comunale sarà diviso in due parti: il centro storico ed il resto di Albissola. I residenti del centro dovranno utilizzare l’ecostop, mentre gli altri si affideranno al porta a porta. L’ecostop sarà posizionato quattro giorni in piazza Vittorio Veneto e due giorni in piazza Sisto, ma, dalle 11,30 in poi farà anche da ‘isola del turista’ in largo azzurri d’Italia per consentire a chi è in villeggiatura di conferire i rifiuti nel giorno della partenza” spiega l’assessore Siccardi.

“Sicuramente i cittadini dovranno abituarsi a questa rivoluzione e servirà un po’ di pazienza, ma sono sicura che superato questo primo momento il nuovo sistema sarà recepito al meglio. Ieri sono stati ritirati anche gli ultimi cassonetti, mentre da oggi inizieremo ad implementare il numero dei cestini, soprattutto sul lungomare. Il nostro obiettivo è quello di raggiungere e superare la quota del 65 per cento sulla differenziata” conclude l’assessore Siccardi.

“Sarà un passaggio storico, che cambierà le abitudini più intime e quotidiane, sarà fastidioso e scomodo all’inizio, ma è un inevitabile passaggio di civiltà, che servirà a garantire un mondo più pulito per i nostri figli e un nuovo modo più consapevole di gestire gli sprechi, in oltre, più saremo bravi e più risparmieremo in futuro…ed allora, un respiro profondo e buona differenziata a tutti” il messaggio del vicesindaco Nicoletta Negro in occasione della partenza del nuovo sistema.

Da oggi quindi il territorio cittadino albissolese è stato diviso in due zone: “centro storico” (Corso Bigliati B., Piazza dei Leuti, Piazza del Popolo, Piazza N.S. Concordia, Piazza Rossello M.G., Pozzo Garitta, Via Colombo C., Via dei Figuli, Via Grosso S., Via Isola F., Via Italia, Via Repetto M., Via Vallauris, Vico al mare, Vico chiuso ed inoltre Piazza S. Antonio civ. 4 e 10, Piazza V. Veneto civ.7, Via dell’Oratorio civ. 20 e 38 e Via Matteotti civ. 9) ed “esterno al Centro Storico”.

Per tutti i residenti del Centro Storico dal lunedì al sabato, per tutto l’anno, sarà a disposizione l’Ecopoint, un grosso cassone multi-scomparto ad accesso controllato dove si potranno conferire negli specifici sportelli il residuo secco, la carta, la plastica e l’umido (lo scarto di cucina). Per il vetro gli utenti potranno usare le campane del vetro stradali. Per conferire il rifiuto bisognerà avere sempre dietro la tessera magnetica consegnata agli utenti che consentirà l’apertura dello sportello dove conferire il rifiuto. L’orario in cui si può conferire è tassativo dalle ore 6 alle ore 11,30.

Per tutti i residenti dell’esterno al Centro Storico il servizio è quello del porta a porta a sacco. Ogni residente riceverà una dotazione di 52 sacchi (uno alla settimana) per: il residuo secco, la carta e la plastica. I sacchi dovranno essere posizionati davanti al proprio civico o dove concordato con l’amministratore di condominio e il gestore del servizio. Per l’umido (lo scarto di cucina) ogni utente riceverà un sotto-lavello e potrà utilizzare i sacchetti di carta o quelli biodegradabili. Quindi dovrà essere conferito nel contenitore previsto per ogni civico e cioè il cassonetto condominiale od ove non possibile il mastello da 23 litri. Per tutte le informazioni su come conferire i rifiuti è possibile consultare il sito dedicato: http://www.satservizi.org/albissola-marina.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.