Albissola Marina punta alla raccolta differenziata "spinta" - IVG.it
Da novembre

Albissola Marina punta alla raccolta differenziata “spinta”

nasuti

Albissola Marina. Il Comune di Albissola Marina adotterà il sistema della raccolta rifiuti differenziata spinta a novembre. Obiettivo: raggiungere al più presto la quota minima europea, fissata al 65%. Sono queste le intenzioni dell’assessore all’Ambiente Luisa Siccardi e della giunta del sindaco Gianluca Nasuti. Il paese con 5.618 abitanti, secondo il rapporto 2014 della Regione, si ferma al 31,44% di raccolta differente su una produzione annua di 12.742 tonnellate, pari a 421 chili pro capite di spazzatura.

“In queste settimane i tecnici municipali e quelli della Sat stanno svolgendo i primi incontri a domicilio con gli amministratori, per valutare spazi adatti in cui depositare i rifiuti, – spiega la Siccardi – . diventa fondamentale avere la loro collaborazione per trovare la pertinenza condominiale più adatta”.

Il sistema di raccolta «porta a porta» riguarderà tutto il territorio, eccetto il centro storico, dove il modo di conferimento sarà diverso. Nella parte antica sarà utilizzato «ecostop», una sorta di grande contenitore diviso in comparti: umido, plastica, carta, vetro e secco residuo che sarà presente tre volte la settimana, in alcune ore della mattina, sia in zona S. Benedetto a ponente sia tra le piazze Sant’Antonio e Vittorio Veneto.

leggi anche
ecostop Albissola
Cambio radicale
Ad Albissola scatta oggi il nuovo sistema di differenziata: ecco come funziona

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.