Astrazeneca, Toti: "Ad aprile meno consegne del previsto, scombina la nostra programmazione" - IVG.it
Imprevisto

Astrazeneca, Toti: “Ad aprile meno consegne del previsto, scombina la nostra programmazione”

"Chiediamo a Draghi di usare il suo peso per stabilizzare le consegne"

Liguria. “Oggi abbiamo fatto il punto con tutti i nostri direttori generali sulla pressione ospedaliera che resta tutto sommato moderata, tenendo conto della situazione grave che ci circonda, con tante regioni rosse. Ieri l’Istituto Superiore di Sanità ha dato la Liguria a cavallo tra giallo e arancione, ma considerato che comunque il decreto Draghi non prevede zone gialle sul territorio fino a dopo Pasqua, rimarremo arancioni fino a dopo le festività. Purtroppo oggi pomeriggio abbiamo appreso da Roma di un taglio alle consegne del vaccino Astrazeneca per il mese di aprile. Ci rendiamo conto che non è colpa di nessuno, ma noi siamo costretti a riprogrammare per le varie categorie. Per questo ho chiamato il generale Figliuolo e mi ha confermato della difficoltà di Astrazeneca. Questo non vuol dire che non attiveremo quello che abbiamo già previsto, cioè l’hub alla Fiera, i punti delle farmacie, i medici di medicina generale, ma dobbiamo rivedere tutto “. Lo ha comunicato questa sera il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti nel corso del consueto punto sul Covid.

“In pratica – ha detto Toti – ad aprile riceveremo da Astrazeneca circa 60mila vaccini in meno di quelli previsti, come ci ha comunicato il commissario della Protezione civile, pertanto occorre rifare tutti i conti. Il commissario Figliuolo mi ha comunicato che Astrazeneca è in difficoltà con le consegne e forse potrebbero aumentare i vaccini Pfizer e Moderna, ma al momento non lo sappiamo”.

“Oggi sono stati fatti, tra Pfizer, Moderna e Astrazeneca che è entrata a scartamento ridotto circa 3600 vaccini che per essere un sabato rappresenta un’ ottima misura – ha ribadito Toti – E dalla prossima settimana contiamo di arrivare a 50.0000, vaccini permettendo. Perché è evidente che la notizia della riduzione della consegna delle dose Astrazeneca ha scombinato la programmazione di aprile. Da lunedì comunque inizieranno le vaccinazioni alle categorie prioritarie con i medici di medicina generale e poi aggiungeremo l’hub della Fiera del mare che verrà attivato da lunedì 29 aprile e i punti presso i farmacisti. Ma ricevere la metà dei vaccini previsti è un problema. Io non do colpa a nessuno è evidente che la situazione è molto complicata, ma chiediamo a Draghi di usare tutto il suo peso per stabilizzare le consegne”.

leggi anche
  • I dati
    Covid, ripartono le vaccinazioni Astrazeneca in Asl 2: oggi le prime 80 dosi
  • Appello
    Covid, martedì riprendono le vaccinazioni Astrazeneca a Cairo. Morando: “E’ sicuro, abbiate fiducia”
  • Da martedì
    Alassio Salute riprende le prenotazioni per Astrazeneca
  • Tra 8 giorni
    Vaccini, Toti: “Dal 29 marzo via alla somministrazione in farmacia grazie alle scorte”
  • Fallimento
    Vaccino Covid, minoranze in Regione: “Quasi 90 mila dosi non utilizzate. Il piano è da rifare”
  • Astrazeneca
    Covid, domani ad Alassio si riprende a vaccinare: prenotati 40 pazienti

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.