IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Videosorveglianza per contrastare la criminalità: pronto Patto Territoriale tra i Comuni di Savona, Albisole e Celle Ligure

Partecipazione al bando consente di avere un beneficio economico di 288mila euro

Savona. La giunta municipale di Savona ha approvato un nuovo patto territoriale per la prevenzione e il contrasto dei fenomeni di criminalità diffusa e predatoria, tra il prefetto di Savona e il sindaco Ilaria Caprioglio, in qualità di capofila, rispetto agli altri Comuni di Albissola Marina, Albisola Superiore e Celle Ligure (prossimi firmatari del patto).

La prevenzione e il contrasto alle forme di illegalità avviene attraverso un progetto di videosorveglianza, anch’esso approvato in giunta, che coinvolge i quattro Comuni, e prevede specifici impianti con sistema di lettura per il riconoscimento delle targhe automobilistiche, integrato con le forze di Polizia dello Stato e le polizie locali dei Comuni partecipanti.

Patto e progetto saranno ricevuti dal prefetto entro fine mese, mentre entro metà ottobre il Comune di Savona potrà presentare l’istanza di finanziamento, corredata del progetto che dovrà essere approvato dall’apposito comitato provinciale, sulla base del nuovo bando pubblicato di recente dal Ministero dell’Interno che ha messo in palio 170 milioni di euro per la sicurezza urbana attraverso l’installazione di sistemi di videosorveglianza.

L’assessore alla sicurezza savonese Roberto Levrero dichiara con soddisfazione che, “dopo anni, si è affrontato, nella sua totale complessità, il tema della sicurezza urbana. Infatti, il progetto di completa ristrutturazione dei due attuali impianti esistenti di videosorveglianza pubblica (dei quali quello più vecchio sarà integrato in quello più recente con un upgrade complessivo) a seguito di determina del febbraio scorso è stato deliberato e finanziato con proprie risorse per 210.000 euro dal Comune di Savona tra giugno e luglio scorsi (progetto comprensivo delle telecamere per la lotta ai ‘furbetti’ della spazzatura)”.

“L’odierna approvazione, invece, sia dell’accordo fra i quattro Comuni col prefetto che del progetto sullo specifico impianto di videosorveglianza idoneo alla lettura delle targhe, consentirà di accedere al bando prima menzionato in un quadro economico complessivo progettuale di 288.000 euro (con quota di finanziamento, da parte del Comune di Savona, di 25.000 euro). In conclusione, con questo range di progetti e finanziamenti sarà possibile attivare, su tutto il territorio savonese, un controllo a 360 gradi della sicurezza urbana”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.