IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Fissati i funerali di Giuseppe Riulfi: saranno celebrati a Piana Crixia

Il pensionato, ex tecnico di laboratorio dell’Itis, è stato vittima di un malore nei boschi di Cairo Montenotte

Piana Crixia. Sono state fissate le esequie di Giuseppe Riulfi, 78 anni, pensionato residente a Piana Crixia, vittima della tragedia avvenuta nei boschi di Cairo Montenotte. I funerali saranno celebrati nella giornata di domani, lunedì 12 novembre, alle 15, nella chiesa parrocchiale di Piana Crixia.

Scomparso venerdì, mentre era in cerca di funghi nei boschi di Cairo Montenotte, Riulfi ha accusato un malore improvviso che è stato fatale. Il cadavere dell’uomo è stato rinvenuto ieri mattina da alcuni volontari che erano impegnati nelle ricerche dell’anziano scomparso. Il corpo senza vita è stato ritrovato nella zona del parco dell’Adelasia.

Sono stati i familiari a riconoscere il cadavere, dopo ore di ricerche nei sentieri della zona: il fungaiolo era uscito di casa da solo venerdì mattina, poi dopo le 12,30 era scattato l’allarme da parte dello stesso pensionato che si era smarrito: in un primo tempo il 78enne era riuscito ad avere contatti con i soccorritori impegnati nelle ricerche, ed è stato confermato che nell’ultima telefonata aveva comunicato di non sentirsi bene.

Sul caso sono state svolte indagini da parte dei carabinieri della Compagnia di Cairo: nessun segno sul corpo e la ricognizione da parte del medico legale intervenuto sul posto non ha lasciato dubbi sulla morte per cause naturali del 78enne, probabilmente colpito da un infarto. Il decesso sarebbe avvenuto per la successiva impotermia e non è stato riscontrato nessun trauma da caduta.

Per le ricerche dell’anziano sono stati mobilitati i vigili del fuoco di Cairo Montenotte e di Savona, le squadre cinofile, i carabinieri forestali e gli uomini del soccorso alpino insieme ai volontari della croce rossa e della protezione civile hanno battuto a tappeto la zona, impervia e in condizioni meteo difficili, poi il ritrovamento dell’auto e la ricerche si sono potute concentrare su alcuni sentieri fino al tragico ritrovamento del cadavere.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.