IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Commercianti del savonese in ginocchio dai disagi infrastrutturali, Federmoda: “Così non possiamo reggere a lungo”

Liguria isolata tra strade, autostrade e ferrovie in congestione

Savona. Il settore moda e calzature in provincia di Savona è in ginocchio, in particolare nelle località che vivono prettamente di turismo come Alassio, Spotorno, Finale Ligure e le Albissole. “Non ce la facciamo a reggere ancora a lungo. Abbiamo bisogno di una soluzione immediata ed efficace per risolvere il problema infrastrutturale che blocca il turismo in Liguria“: questo è l’appello di tutte le attività commerciali di abbigliamento e calzature del savonese, che, oltre aver affrontato la difficile ripartenza dopo il lockdown, ora si trovano le mani legate dai cantieri autostradali e dai disagi ferroviari che minacciano l’intera stagione estiva.

Saldi genova

A dirlo è la presidente di Federmoda della provincia di Savona Donata Gavazza, che si rivolge ai politici e a coloro che si candideranno alle prossime elezioni regionali dicendo: “Abbiamo bisogno di aiuti immediati da parte del Governo per risolvere questo problema infrastrutturale subito. Non possiamo attendere oltre: per noi aspettare 15 giorni significa ‘saltare’ la stagione estiva e non riaprire più”.

La partenza dopo il lockdown – come ci racconta Gavazza in rappresentanza di tutte le attività dedicate alla moda del savonese – è stata discretamente buona, con valori più positivi nelle grandi città rispetto alla riviera: “Eravamo fiduciosi perchè aspettavamo l’arrivo dei turisti dopo il 3 giugno e possiamo dire che siamo abbastanza soddisfatti di come sono andati i primi due mesi dalla fine del lockdown. Invece l’ultimo mese è stato decisamente negativo perchè, come tutti sappiamo, ci sono delle grosse problematiche riguardo le strade e le autostrade, senza contare le ferrovie: in caso di affollamento sui treni, infatti, molte persone vengono addirittura invitate a scendere dal convoglio e salire sul prossimo treno”.

“E’ una situazione per cui i nostri turisti non possono più accedere facilmente alle nostre riviere – continua la presidente di Federmoda – E’ impossibile per loro affrontare dei veri e propri ‘viaggi della speranza’, considerando che per arrivare in Liguria da Milano ci vogliono all’incirca 5/6 ore, a causa di tutti i cantieri. Ma per questo stesso motivo, non abbiamo solo perso il turismo extra-regionale, ma anche quello intra-regionale”.

“Savona, essendo grande città, non sta avendo grandi difficoltà, in quanto il commercio non si basa solo sul turismo, ma sui residenti e i lavoratori che quotidianamente rimangono in città, senza registrare un grande disequilibrio di entrate tra l’estate e l’inverno. Al contrario, la riviera ne risente moltissimo – spiega Donata Gavazza, rivolgendo ora una possibile soluzione da attuare – Quest’anno siamo senza turisti stranieri, ma avremmo potuto godere più a lungo dei turisti italiani che avrebbero potuto fare smartworking anche sul luogo di vacanza. Tuttavia, proprio per i disagi del traffico i turisti, oltre non arrivare in Liguria, abbreviano la loro permanenza. Avremmo potuto anche lavorare di più con le persone che hanno la seconda casa in riviera, ma sempre per lo stesso problema infrastrutturale molti hanno deciso di non partire”.

Il tutto appesantisce una situazione già compromessa: “Numerose attività commerciali non hanno più riaperto dopo il lockdown, molti invece chiuderanno a fine stagione o al massimo a fine anno a causa, prima dei debiti che abbiamo dovuto fare con le banche, che non riusciremo (se andremo avanti così) a ripagare come avremmo voluto a ottobre, poi per via dei disagi infrastrutturali che ci isolano e bloccano il commercio, facendoci letteralmente saltare la stagione” afferma Gavazza.

Per concludere, a nome di tutti i commercianti del settore moda e calzature, Gavazza rivolge un accorato appello alle istituzioni regionali, al fine di volgere il proprio grido di allarme al Governo, affinchè si riescano a risolvere il più presto possibile i disagi del traffico che comprometto il commercio nel savonese.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.