IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona, un nuovo semaforo intelligente per “guidare” i crocieristi alla scoperta dei tesori della città fotogallery

Costa Crociere lo ha "offerto" alla città con un investimento di 38 mila euro

Savona. Regolare in maniera più efficiente e sicura il flusso pedonale in via Gramsci e soprattutto incentivare i crocieristi a seguire il percorso turistico verticale e orizzontale che conduce al centro città, alla torre del Brandale e al Priamar e alla Torretta. Sono questi i due obiettivi primari del nuovo semaforo “a chiamata” che Costa Crociere ha deciso di “offrire” al Comune di Savona.

Inaugurati la “rinnovata” banchina Calata delle Vele ed il terminal 1 del Palacrociere

L’accordo tra l’amministrazione comunale del sindaco Ilaria Caprioglio e la compagnia di navigazione è stato siglato questa mattina, in occasione dell’inaugurazione della nuova banchina del Palacrociere. L’investimento ammonta a 38 mila euro.

“Il semaforo – spiega il primo cittadino savonese – sarà posizionato in prossimità dell’attraversamento situato di fronte al ponte mobile della Darsena e avrà lo scopo di ridurre il traffico che si crea in occasione degli sbarchi dei passeggeri delle navi Costa. Ma, soprattutto, il semaforo è stato progettato pensando al progetto di percorso turistico orizzontale e verticale, i lavori di realizzazione del quale partiranno nei primi mesi del prossimo anno”.

“In base a questo progetto, i crocieristi sbarcati dalle navi Costa potranno decidere se andare verso il centro città attraversando il sottopasso da Assonautica oppure svoltare a sinistra e andare verso la torre del Brandale e verso il Priamar o ancora girare a destra e andare a visitare la Torretta. In ogni caso saranno guidati da un apposito percorso appositamente studiato per accompagnarli alla scoperta dei luoghi di interesse della nostra città”.

Il semaforo sarà attivo ogni qualvolta attraccherà una nave Costa: “Prevede un tempo di attraversamento molto lungo: ciò al fine di disincentivare il passaggio in quel punto e per smistare i crocieristi verso il percorso turistico”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.