IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Frana Varazze, confermata per il 12 novembre la riapertura della provinciale per Casanova fotogallery

La strada provinciale sarà aperta dalle 6 alle 19 di ogni giorno fino al 10 febbraio 2020

Varazze. E’ prevista per domani, martedì 12 novembre, alle 6 la riapertura (con senso unico alternato) della Sp57 in località Casanova a Varazze, chiusa dallo scorso 26 ottobre a causa di una frana che ha interrotto completamente la viabilità e causato l’evacuazione di dieci persone da tre diverse abitazioni.

L’ultimo sopralluogo effettuato ha confermato lo stato di avanzamento dei lavori di messa in sicurezza del versante franato, con il posizionamento di blocchi di cemento e azioni di disgaggio del versante dal quale era precipitato il 26 ottobre scorso un grosso masso.

Il costo dell’intervento ammonta a 350 mila euro, lavori di somma urgenza finanziati dal Comune di Varazze (su delega della Provincia di Savona), risorse che rientreranno nel momento dell’erogazione dei fondi per lo stato di emergenza chiesto dalla Regione Liguria per l’ondata di maltempo dei giorni scorsi.

La strada provinciale sarà aperta dalle 6 alle 19 di ogni giorno fino al 10 febbraio 2020 mentre verrà chiusa in caso di emanazione di allerta rossa e arancione. Con la riapertura della strada anche il servizio di autobus di linea e di scuolabus riprenderanno il normale orario.

Con questo primo step almeno una delle case tornerà agibile. Quanto alla messa in sicurezza complessiva della collina bisognerà attendere l’azione dei privati proprietari delle aree, i quali dovranno presentare una relazione tecnica su modalità e tempi dell’opera da mettere in campo sul versante e consentire così una riapertura totale del tratto di viabilità provinciale: solo terminato questo passaggio le altre due abitazioni torneranno agibili, con il rientro di tutti gli sfollati.

Per i soldi che dovranno essere spesi dai privati il presidente della Regione Giovanni Toti ha già promesso il rimborso con i fondi che verranno stanziati dal Governo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.