IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Calcio, presentazione del Savona: ecco la squadra a disposizione di Sandro Siciliano fotogallery

I biancoblù hanno sfilato in piazza davanti ai tifosi. Domenica parte il campionato. Dirigenza e giocatori all'unisono : 'Obiettivo Serie C'. Il presidente Patrassi: "Vogliamo lasciare ai giovani di questa città un qualcosa da ricordare"

Savona. È stata presentata questa sera in Piazza Sisto IV la prima squadra del Savona Fbc per la stagione 2019/2020.

dd

Nell’estate inoltrata è avvenuto il passaggio della proprietà. L’ex presidente Cristiano Cavaliere ha infatti ceduto dopo tre anni di carica la maggioranza a una cordata milanese, capeggiata e rappresentata dal nuovo patron Roberto Patrassi.

In sintesi, il discorso di Patrassi rivolto alla platea; alla presenza del primo cittadino Ilaria Caprioglio, del vice sindaco Massimo Arecco, degli assessori Maurizio Scaramuzza, Andrea Sotgiu e del consigliere comunale Alessandro Delucis:

Vogliamo portare avanti un progetto  condivisibile e sostenibile, che sia di vantaggio  alla città di Savona e al suo territorio come crescita culturale e sportiva. Vogliamo istituire una ‘cittadella dello sport’ (ndr, un impianto polisportivo e polifunzionale). Abbiamo allestito una squadra competitiva, ora dovremo mettere definitivamente a posto la società, per lasciare Savona e ai savonesi qualcosa da ricordare ai giovani e alle generazioni future.”

La rosa risulta quasi interamente cambiata, così come lo staff tecnico. A partire dalla panchina, affidata a Sandro Siciliano. Il nuovo ds, Christian Papa, in meno di un mese ha attuato una vera rivoluzione contro il tempo, portando sotto la Torretta giocatori dal curriculum di tutto rispetto. Tra questi, diversi provengono da categoria superiore.

Del gruppo della passata stagione, conclusa al terzo posto, sono rimasti in tre: il laterale sinistro Eros Grani, l’esterno offensivo Andrea Bacigalupo e il jolly di centrocampo Samuel David.

Tra i pali si punta alla linea verde. Preso Thomas Vettorel, cresciuto nelle giovanili del Cittadella. Il suo vice dovrebbe essere Ilario Guadagnin, l’anno scorso nel Trento dopo aver fatto i primi sei mesi al Lecco. Gli altri portieri sono Andrea Gallo e Filippo Pizzonia.

In difesa Jonathan Rossini, svincolatosi dall’Albissola. Il centrale svizzero, già visto in prestito con la casacca biancoblù nel 2015/2016 (anno della turbolenta retrocessione in interregionale), vanta presenze con Sampdoria e Sassuolo in Serie A e più di 200 tra i professionisti. L’acme della carriera è senz’altro rappresentato da un’apparizione con la nazionale elvetica, nel 2010 in amichevole contro l’Uruguay.

Segue Tommaso Ghinassi, ex Pistoiese e Figline, anch’egli con oltre 200 partite tra i professionisti alle spalle, tra le quali risalta anche una in Serie A, col Genoa. Quindi Alessio Tissone, ex primavera della Sampdoria, proveniente dall’Imolese (Serie C); centrale duttile, all’occorrenza può essere infatti impiegato come esterno. Tra i terzini di ruolo troviamo invece Gianvito Pertica, uomo di fiducia dell’allenatore, avuto nella Folgore Caratese; Andrea Marchio, ex Berretti del Monza arrivato dal Seregno, Alexander Diniane e Giovanni Fricano, giunto dal Siracusa (Serie C).

A centrocampo spiccano ulteriori nomi di prim’ordine. Donato Disabato, mezz’ala offensiva, messosi in luce agli esordi in Serie B con le maglie di Pro Vercelli e Albinoleffe; quindi Prato, Carrarese e Pro Patria, con la quale due anni fa ha vinto il girone B di Serie D.

Nel ruolo di regista, Matteo Buratto. Ex Lucchese, nonché pedina nel Pordenone che un paio di stagioni or sono fronteggiò il Parma verso la Serie B e affrontò l’Inter in Coppa Italia.

Kenneth Obodo, mediano nigeriano. Fratello del più noto Christian (ndr, gli appassionati lo ricorderanno nel Perugia di Gaucci e nell’Udinese); esperienze nel torneo cadetto col Pisa e in terza serie con Alessandria e Juve Stabia. Negli ultimi periodi ha giocato nella Vibonese, squadra di cui era capitano e con quale nel 2016/2017 ha vinto il girone I di Serie D.

Altro volto nuovo è Alessio Lo Nigro, preso dal Marsala.

Scorgiamo quindi due giovani dell’Atalanta:
Alen Mehic, ragazzo bosniaco che ha esordito nella nazionale U17 del proprio Paese ed Edgar Albani, ‘soffiato’ alla Lucchese.

I restanti ‘under’ sono il centrocampista Jonathan Lazzaretti, l’esterno Francesco Brignone, l’attaccante Romeo Giovannini – integrati dalla juniores –  e Nicolas Amabile, ala destra scuola Inter, ex Berretti dalla Pro Patria.

Nel reparto avanzato figurano al momento altri due calciatori:

Pietro Tripoli, esterno offensivo o mezza punta dai trascorsi tra Serie B e Serie C (con Varese e Ascoli); ne viene da due esperienze al sud, nella Cavese e nel Marsala, entrambe in Serie D.

E Diego Vita, prolifica ala sinistra. Spesso in doppia cifra nelle ultime stagioni (con Villafranca Veronese, Borgosesia e Legnago).

Per completare il mosaico dell’organico sono richiesti almeno ancora un paio di tasselli. Si cerca in particolare un centravanti, atteso nei prossimi giorni. In queste ore, sul piano amministrativo, sono frattanto emerse delle imposte aggiuntive da pagare all’erario; si tratta di una cartella esattoriale pari a 150mila euro. Questo il motivo per cui pare siano slittare le ultime operazioni in entrata.

Domenica inizia intanto il campionato. Sulla carta, nomi alla mano, l’avversario più ostico degli striscioni ai nastri di partenza sembrerebbe il Prato. Tenendo comunque in considerazione altre società ambiziose come Chieri e Caronnese, o blasonate piazze quali Casale e Lucchese. Tra le altre liguri: il Ligorna – benché rinnovato – riparte forte del quarto posto conseguito nel passato torneo; la Lavagnese si appresta ad affrontare la sua diciassettesima stagione consecutiva in quarta serie (record nazionale del Sansepolcro, 23 anni di fila); la Fezzanese con vista sull’obiettivo salvezza. Un occhio di riguardo infine alla Sanremese e al Vado che, seppur neopromosso, potrebbe recitare un ruolo da protagonista. Dopo undici anni tornerà per l’appunto a disputarsi il ‘derby’ del savonese.

Allenatore: Siciliano Sandro
Vice: Cortassa Michele
Preparatore atletico: Sciarrone Gianluca
Preparatore portieri: Casazza Fabrizio
Team manager: Piperissa Massimo
Sanitari: Gerundo Manuel, Tocchella Davide Magazziniere: Scivoletto Giovanni

Portieri: Vettorel Thomas (2000) dalla Pro Sesto, Guadagnin Ilario (1999) dal Trento, Gallo Andrea (1998), Pizzonia Filippo (2001)

Difensori: Ghinassi Tommaso (1987) dal San Donato Tavernelle, Rossini Jonathan (1989) dall’Albissola, Grani Eros (1999), Pertica Gianvito (2000) dalla Folgore Caratese, Tissone Alessio (1998) dall’Imolese, Fricano Giovanni (1993) dal Siracusa, Marchio Andrea (2000) dal Seregno, Diniane Alexander (2001)

Centrocampisti: Disabato Donato (1990) dalla Pro Patria, Buratto Matteo (1994) dall’Adriese, Bacigalupo Andrea (1997), Lo Nigro Alessio (1990) dal Marsala, Mehic Alen (2001) dall’Atalanta, Obodo Kenneth (1985) dalla Vibonese, Albani Edgar (2001) dall’Atalanta, David Samuel (2000), Lazzaretti Jonathan (2001) dall’Albissola, Brignone Francesco (2001)

Attaccanti: Tripoli Pietro (1987) dal Marsala, Vita Diego (1993) dal Legnago, Giovannini Romeo (2001), Amabile Nicolas (2000) dalla Pro Patria

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.