IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Festa della Donna, gli appuntamenti e le iniziative nel savonese

In tutta la provincia sono stati organizzati eventi che vedono la donna protagonista assoluta

Provincia. Domani si celebra la Giornata Internazionale della Donna, ricorrenza istituita dalle Nazioni Unite nel 1977 per riconoscere il ruolo della donna, contrastare le discriminazioni di genere, aumentare la partecipazione delle donne nella vita civile e sociale e per ricordare sia le conquiste sociali, politiche ed economiche delle donne che le violenze cui sono state oggetto e sono ancora, in tutte le parti del mondo.

Per celebrare la giornata dell’8 marzo, in molte località della provincia di Savona sono stati organizzati eventi di diversa natura che vedono la donna (e particolarmente il suo ruolo “alla pari” con l’uomo) protagonista assoluta.

Savona. La città di Savona celebra la “Giornata Internazionale dedicata alle Donne”. “Sono numerose le iniziative messe in campo dalle associazioni in occasione della giornata dell’Otto Marzo – spiega Barbara Marozzi, assessore alle pari opportunità del Comune di Savona – Una serie di eventi, a cura di diverse realtà associative del territorio, per celebrare questa importante ricorrenza. L’ente comunale si è messo a disposizione delle varie associazioni per coordinare e programmare le iniziative, al fine di garantire la migliore proposta possibile per la cittadinanza”.

Mercoledì 8 marzo alle 8.15 in piazza Sisto IV, si svolgerà “Wall Bulling: diamo un colpo di spugna al bullismo”, progetto di Centro Giovani, Asl2 e istituto Mazzini-Da Vinci. Dalle 10 alle 12, nell’aula magna di via Aonzo, la premiazione del concorso Telefono Donna, con l’intervento della scrittrice Emanuela Ersilia Abbadessa. Dalle 15.30 alle 18 inpPiazza Sisto IV, il presidio dell’associazione Unione Donne in Italia, con flash mob dell’Auser Savona Onlus e presentazione App dell’Associazione ipotesi a cura di Udi, Auser Savona e Associazione Ipotesi. Nella Sala Rossa del Comune, alle 15.30, la scrittrice Stefania Spotorno, in collaborazione con il circolo letterario e scientifico “Agapé”, terrà la conferenza “Discussione sull’evoluzione della figura della donna nella storia fino ai giorni nostri”.

Le iniziative proseguiranno nei giorni seguenti. Giovedì 9 marzo alle 16.00, nella sede Cesavo di Via Nizza 10a, l’inaugurazione della mostra fotografica “Le donne col turbante”, a cura dell’Associazione culturale Via delle Arti. Dal 14 al 19 marzo, nella sala mostre del palazzo della Provincia, la mostra di elaborati di narrativa, grafica, fotografia e video degli studenti del Mazzini- a Vinci, Grassi, Itis, Calasanzio, a cura del Telefono Donna. Venerdì 17 marzo, infine, nel Palazzo Civico di Savona, “Galleriste in mostra”, eccellenze femminili nel mondo dell’arte savonese, organizzato da Soroptimist Savona.

Sempre in occasione dell’8 marzo, anche quest’anno tutti i musei e luoghi della cultura statali apriranno le loro porte gratuitamente alle donne. Una giornata di festa che il ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo celebra, insieme alle aperture gratuite, con un’apposita campagna di comunicazione social e una galleria di donne eccezionali, la cui fama ha attraversato i secoli anche grazie all’arte e alla cultura. Il Museo d’Arte di Palazzo Gavotti di Savona (Pinacoteca Civica, Collezione Milani/Cardazzo, Museo della Ceramica) partecipa all’iniziativa, ma poiché il mercoledì 8 marzo il museo è aperto solo dalle 10 alle 13.30, per dare a tutte le donne la possibilità di accedere con orario più agevole, l’ingresso gratuito al museo per l’occasione viene posticipato a sabato 11 marzo, con l’apertura museale dalle 10 alle 13.30 e dalle 15.30 alle 18.30. L’iniziativa viene peraltro così a coincidere con quanto previsto dal Mercato Civico di Savona che proprio l’11 marzo celebra il “Mercato in rosa. Quando la Liguria è donna”.

Tutte le donne potranno quindi visitare gratuitamente le straordinarie collezioni del museo. Dalle grandi opere rinascimentali alla collezione, comprendente i nomi dei maestri dell’arte internazionale del Novecento che Milena Milani ha messo a disposizione della sua città natale e oggi esposta a Palazzo Gavotti, comprendente anche una serie di ritratti di Milena realizzati da artisti fra cui Fontana, Picasso, Rotella, Sassu. Inoltre, in analogia all’invito rivolto dal ministero alle visitatrici relativamente a una vera e propria caccia al tesoro digitale nei musei italiani, alla ricerca di donne nelle opere esposte, tutte le visitatrici del Museo della Ceramica potranno cercare le figure femminili che popolano il museo o gli oggetti d’uso collegabili alla vita femminile, scatenarsi con le loro foto e postarle sul sito, dove saranno pubblicate (www.museodellaceramica.savona.it).

Albenga. Lunedì 6 marzo, alle 16, nella Sala Punto d’incontro del centro commerciale Le Serre (accesso da Viale Martiri della Foce), la Sezione Soci Coop di Albenga organizza un incontro pubblico dal titolo ‘Caterina Campodonico, una storia al femminile’, a cura di Rita Nello Marchetti. Si rievocherà la storia della venditrice ambulante genovese Caterina Campodonico, la quale, grazie ai proventi del suo umile lavoro, commissionò un monumento funebre tra i più ammirati del Cimitero Monumentale di Staglieno di Genova. L’incontro è proposto nell’ambito del programma di attività sociali ‘Corsi & Percorsi’ dell’Associazione Tempo Libero di Coop Liguria e vedrà la partecipazione di Simona Vespo, Assessore alle Pari Opportunità e Politiche Sociali del Comune di Albenga. L’ingresso è libero e gratuito.

Millesimo. “E tu che donna sei”: questo il titolo dello spettacolo che andrà in scena mercoledì 8 marzo alle ore 21 presso il Teatro Lux di Millesimo. Il testo scritto dall’autrice ed attrice Milvia Tardito, in occasione della festa della donna racconterà la vita di cinque signore accumunate da un file rouge: l’amore. Leggi l’articolo.

Finale Ligure. In occasione dell’8 marzo, Giornata internazionale per la Donna, l’Accademia Musicale del Finale organizza all’Auditorium di S. Caterina in Finalborgo alle ore 21.00, un concerto a cura del gruppo cameristi, che include, tra i flauti: Francesca Carzolio, Martina Carzolio, Zaira Fiallo, Valentina Mazzara, Ginevra Panerai, Anita Rocca, Eleonora Salaris. Tra i violini: Maria Cristina Mussap, Beatrice Perini, Veronica Ruffino, Aurora Saccani, Niamh Maira Senes, Arianna Venturino, Lorella Volpe. Violoncello: Martina Romano. Presenti Inoltre Martina Romano, Paola Prencipe, Maria Cristina Baroni, Manila Agresta, M. Vitt Oria Dorigo, Rebecca Labalice, Francesca Giovannini, Francesca Olivotti, Sofia Pisano, Noemi Sciutto, Alice Tobia, Camilla Vero, Sveva Conte, Gaia Guglielmo, Beatrice Madruzza, Adele Vizzini, Anita Rocca. Il concerto gode del patrocinio dell’Unione dei Comuni del Finalese – Città di Finale Ligure. Ingresso libero.

Sempre a Finale, mercoledì 8 marzo, in occasione della giornata internazionale della Donna dalle 15.30 in Sala Consiliare di via Pertica a Finalmarina, si svolge una conferenza dal titolo “L’Europa è per le donne?”, con la partecipazione del Sindaco di Finale Ligure Ugo Frascherelli, del Mons. Giuseppe Militello, parroco di S. Giovanni battista, dell’Avv. Francesca Stagni, della dott.ssa Maria Pia Di Nonno, dottoranda alla Sapienza Università di Roma in “Storia d’Europa”, dell’ingegner Antonella Puccio, amministratrice del Parlamento Europeo. Intrattenimento musicale a cura del maestro Michele Menardi Noguera. Coordina l’avvocato Tecla Trotta, presidente del CIF di Finale Ligure. La giornata si svolge sotto il patrocinio dell’Unione dei Comuni del Finalese, Città di Finale Ligure ed è organizzata dalla Consulta del Volontariato e dal Centro Italiano Femminile di Finale Ligure. Ingresso libero. Omaggio floreale a tutte le donne che parteciperanno.

La sezione ANPI di Finale Ligure in collaborazione con la Libreria “Centofiori” di Finale Ligure dedica 8 giorni e 3 incontri alle donne, ospiti e protagoniste che si racconteranno attraverso la musica, le parole, le immagini. Il salotto della libreria si animerà per il primo degli appuntamenti sabato 4 marzo grazie al suono del flauto di Silvia Schiaffino accompagnato dalla chitarra di Renato Procopio. I due musicisti presenteranno “Vol au Vent” , raccolta di brani originali e trascrizioni che spaziano dalla musica classica a quella brasiliana. Mercoledì 8 marzo alle ore 17 si intrecceranno storie di donne del passato, del presente e del futuro. Racconti di vite vissute con coraggio, passione, sofferenza ma anche tanta speranza. A tessere un filo tra queste storie saranno gli speaker di Radio Anpi, nuovo programma nel palinsesto di BRG Radio. Il progetto, appena nato, ha l’obiettivo di attualizzare e di far emergere soprattutto tra i giovani, grazie alla musica e alle storie che i brani raccontano, i temi dell’antifascismo e della resistenza di ieri e di oggi. L’ultimo appuntamento, sabato 11 marzo alle ore 18, sarà un evento per sole donne: Ritratto di donna. Cambiare, purché niente cambi. È facile, impossibile, difficile, ne vale la pena. (W. Szymborska)” Una conversazione/interazione semiseria sulla figura femminile, a cura di S.P.I.A. – Sentieri di Psicologia Integrata e Applicata, che coinvolgerà tutte le partecipanti. Il ciclo di appuntamenti “8 giorni ottomarzo” è un progetto della sezione Anpi di Finale Ligure impegnata a condividere con la cittadinanza la conoscenza e la diffusione dei valori della Costituzione, quindi della democrazia, e a promuovere la memoria di quella grande stagione di conquista della libertà che fu la Resistenza riflettendo sull’attualità dei temi. Tutti gli incontri saranno ad ingresso libero e si svolgeranno nel salottino interno alla Libreria Centofiori di via Ghiglieri, lo storico locale che da oltre trentasei anni costituisce un punto di riferimento culturale di Finale Ligure. Per l’occasione gli ospiti saranno accolti da un allestimento dedicato, opera di Faè Djeraba.

Cairo Montenotte. Le donne cairesi celebreranno la giornata dell’8 Marzo dandosi appuntamento, alle 19, a Porta Soprana con un flash mob per dire no alla violenza, armate di un fazzoletto rosso per un corteo che attraverserà il centro storico fino a piazza della Vittoria. Lì gli uomini creeranno un abbraccio simbolico a forma di cuore, per accogliere le donne. Un modo per dare loro una carezza e dire: non è la violenza ad essere virile, ma la dolcezza. Più tardi, alle 21, tante artiste cairesi, ma anche donne di diverse nazionalità, per la prima volta saliranno sul palco del teatro “Chebello” per raccontare, con la loro voce e il loro viso, la storia di altre donne, accompagnate dalla musica di Roberto Fiello Rebuffello, Marco Francia, Fabio Dispari e Igor Baldi. Dalla scienziata e filosofa Ipazia di Alessandria, una delle prime della storia, alle dantesche Beatrice e Francesca, fino ad arrivare al premio Nobel per la Pace Malala, a Lucia Annibali, per non dimenticare la piaga della violenza contro le donne, a Michelle Obama e tante altre. Le persone che saliranno sul palco provenienti dalle più svariate esperienze, danzeranno, canteranno e reciteranno per dare voce ad altre donne, che hanno contribuito a costruire un pezzo della storia di ognuna di noi: ora con un taglio ironico, ora con un taglio più serio. Non mancheranno gli spunti di riflessione, i momenti di commozione accompagnati sempre, però, da un sorriso. “Vogliamo ringraziare tutti coloro che gratuitamente hanno collaborato alla realizzazione dello spettacolo; come gli scorsi anni abbiamo voluto coinvolgere le donne cairesi, alcune delle quali saliranno per la prima volta sul palco”, dicono le consigliere comunali Giorgia Ferrari e Fulvia Berretta, che, con l’aiuto del personale comunale, hanno organizzato l’evento. Ingresso libero.

Cengio. Sabato 11 marzo, per la Festa della Donna, sarà ospite sul palco di Palazzo Rosso a Cengio la compagnia “Gli zanni” di Tovo San Giacomo, per la rappresentazione in due atti di “Le Donne in teatro”, nella quale verranno proposti alcuni tra i più significativi monologhi al femminile della letteratura mondiale, dall’antichità ad oggi, in un intercalare di momenti drammatici e di particolare tensione emotiva a situazioni spassose e leggere. E così, dalla tragedia greca classica, arriverà sul palco la “Medea” di Euripide, capolavoro di analisi psicologica femminile, espressione del lato più oscuro e devastante dell’amore e della passione, che rendono la donna, sposa tradita e madre, attrice di uno dei crimini più mostruosi qual è l’infanticidio, implacabile nella sua disperazione di fronte a uomini e dei.

Fantasia e comicità sferzante ne “La topastra” di Stefano Benni, autore contemporaneo; la macchietta divertentissima di Merope Generosa, professione sessuologa, uno dei personaggi più famosi di Anna Marchesini, costruita su doppi sensi e nessuna volgarità; per tornare ad un momento emotivamente forte e di particolare attualità con Lo stupro di Franca Rame, che dà voce in modo esemplare a tutte le donne vittime di violenza maschile. E poi ancora Filomena Marturano, protagonista della commedia ormai storica di Edoardo de Filippo del 1946, figura di donna non più giovane, che rifiuta di rivelare all’amante quale dei tre figli da lei generati sia suo. E ancora, dalle pagine intramontabili di Shakespeare salirà sul palco Desdemona, uccisa per gelosia da Otello, il moro di Venezia, spinto alla follia dalla perfidia di Iago, che gli fa credere di essere stato da lei tradito. E ancora “Cenerentola” dei Fratelli Grimm, “La locandiera” di Carlo Goldoni, Le sorelle di Costanzo Martini. Interpreti appassionate nei vari ruoli sono: Elisabetta Galano, Filomena Angelico, Antonietta Rembado e Cira Graziano. E non sarà difficile riconoscere, negli stacchi musicali, alcune tra le più belle opere liriche che hanno per protagoniste memorabili figure di donne, come Tosca di Puccini o Carmen di Bizet.

A tre giorni dalla Festa della donna, lo spettacolo degli Zanni rende omaggio alla figura femminile nelle sue varie sfaccettature, nel bene e nel male, in una carrellata di personaggi teatrali così convincenti da sembrare veri. Nino Manitto, regista della Compagnia teatrale “Gli Zanni” di Tovo San Giacomo, afferma: “Intendo il teatro come arte della bugia perché il falso che si costruisce sul palcoscenico è il vero per il pubblico. Anche se il teatro è lo specchio della vita dell’uomo”. L’Avaro di Molière, L’Inferno di Dante sono nel repertorio della Compagnia, che da anni si propone con successo nelle piazze estive e nei teatri della Liguria ponentina. La serata si aprirà con l’ascolto dal vivo di un brano canoro inedito intitolato “Amica mia”, scritto e musicato da Svetlana Pykhtina,validissima violinista e cengese di adozione ormai da molti anni.
Ingresso a offerta libera.

Onzo. “Donne e madonne, bianche e nere”. E’ il titolo della mostra che si terrà ad Onzo, nella Biblioteca della Locanda Tribaleglobale dall’8 al 18 marzo. “Nonostante lo spazio di Onzo sia ancora un cantiere, non abbiamo voluto mancare a due appuntamenti a noi molto cari: l’8 e il 18 Marzo, la Festa della Donna e l’anniversario della Apparizione della Madre di Misericordia a Savona” spiegano gli organizzatori. Esporremo opere inedite dalla Collezione Tribaleglobale raffiguranti icone femminili e provenienti da epoche e luoghi diversi, a testimonianza dell’universalità del Valore Femminile. In mostra una olio su tavola del XVI secolo proveniente dall’area germanica e raffigurante le Sante Anna e Flora, due olii su tela del XVII secolo raffiguranti Santa Caterina da Siena e la Maddalena e una curiosa Madonna della Misericordia. Le opere dialogano come è nostra consuetudine con “altre” icone femminile provenienti da India, Nepal e Africa”. La mostra è visitabile gratuitamente presso la Biblioteca della Locanda Tribaleglobale a Onzo su appuntamento chiamando il numero 334 8550950 e il sabato e la domenica dalle 10 alle 12 e dalle 17 alle 19.

Provincia. Poste Italiane partecipa alla “Giornata Internazionale della Donna” con un annullo filatelico. Promosso da Poste Italiane, l’annullo filatelico potrà essere richiesto presso lo sportello filatelico dell’ufficio postale di Savona Centro, in piazza Diaz 9, nella giornata di mercoledì 8 marzo dalle 8.30 alle 17.30. Con l’annullo, sarà timbrata tutta la corrispondenza in partenza presentata direttamente allo sportello.

Ma Poste Italiane festeggia la “Giornata della Donna” in tutti e 94 uffici postali della provincia di Savona per sottolineare il ruolo di primo piano svolto dalle donne nella storia e nello sviluppo culturale, sociale ed economico del Paese. A tutte le donne che entreranno oggi nell’ufficio postale di Savona Centro sarà fatto dono di una cartolina postale a tema, con la possibilità di poter apporre (se richiesto) lo speciale annullo filatelico realizzato per l’occasione. Nella provincia di Savona le donne rappresentano il 62 per cento dell’intero personale di Poste Italiane, con presenza rilevante nelle posizioni direttive.

In occasione della Festa della Donna, l’Asl2 savonese proporrà alle pazienti degli ospedali savonesi un “menu al femminile”, un “piccolo gesto di attenzione e conforto verso le nostre ricoverate in un momenti difficile per la loro salute”. A pranzo, al Santa Corona si potranno gustare: insalata russa, tortellini con panna e prosciutto, pastina in brodo vegetale, tortino con asparagi e ricotta, rolata di tacchino con pancetta e carote, pollo lesso, insalata mista, fagiolini con cipolle e pomodoro, purè di patate, budino alla vaniglia e frutti di bosco, purea di frutta, frutta fresca. Al San Paolo, invece, il menu prevede gnocchi zafferano e piselli, semolino, pasta al pomodoro, scaloppine di tacchino in rosa, pollo lesso, ricotta o stracchino finocchi gratinati, spinaci all’olio purè di patate, torta al limone, frutta fresca, mousse di frutta.

Ecco il messaggio del presidente della Regione Liguria Giovanni Toti: “Il mio augurio per l’8 marzo è quello di vedere sempre più donne nei posti di responsabilità, su questo il nostro Paese è ancora troppo indietro”. E’ il messaggio del presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, che domani, insieme ad alcuni assessori della Giunta, consegnerà 1.000 mimose targate #lamialiguria. È una delle iniziative de “#lamialiguria donne”, organizzata da Regione Liguria in occasione dell’8 marzo”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.