IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Per il Jolly Montemurlo “esiste solo ciò che esiste nella mente” foto

Lo speciale Settore Giovanile del ct Vaniglia

Vado Ligure. Con la partenza del campionati nazionali professionistici e dilettanti, nell’hinterland savonese si presenteranno società di altre regioni d’Italia che impegneranno le nostre compagini locali cercando di mettere in luce i loro migliori talenti. Verrà pertanto dato il giusto spazio all’interno della rubrica a tutte quelle realtà extraconfine non conosciute dagli addetti che con tanta passione e curiosità seguono da tempo i report curati con professionalità e dovizia di particolari dal CT Vaniglia, al fine di rendere un prezioso servizio informativo.

La società calcistica Jolly Montemurlo nasce nel 1965, per iniziativa dell’allora sacerdote don Mauro Baldi, in collaborazione con alcuni sportivi della zona, con lo scopo di raccogliere tutti i giovani di Montemurlo (Prato) e dintorni che sentivano la necessità di fare sport e socializzare. Prese vita così il glorioso gruppo sportivo finalizzato all’avviamento e la pratica del calcio dilettantistico, che nel corso degli anni raccoglierà continuamente grandi successi.

Al momento della fondazione il quartiere non disponeva delle attuali strutture, se non il campetto Landini in Via Udine, che la società ha occupato costantemente per la sua attività fino al 1989. Un lasso di tempo nel corso del quale il Jolly Montemurlo ha conquistato, dopo soli due anni dalla propria nascita, nel 1967, la prima Coppa Città di Pistoia (categoria Allievi), affiliandosi l’anno successivo alla Figc, vincendo nel 1971 il primo Trofeo De Gasperi” e raggiungendo infine il record di 150 tesserati nel 1975. Risultati di prestigio che hanno indotto molte persone, sia genitori che ragazzi ad appassionarsi alle sorti sportive e ai programmi della società partecipando attivamente. Nel 1989 viene finalmente costruito l’impianto sportivo “Ado Nelli”, il che ha dato alla società la possibilità di avvalersi di una struttura idonea alla sua dimensione, funzionale e polivalente. Nel 1991 arriva la vittoria della prima Coppa Toscana con la categoria Giovanissimi, bissata dalla vittoria degli Allievi nel 1992.

Nel 1993 a Montecatini Terme la squadra degli Allievi classe 1977 guidati da Mister Vettori conquista la Coppa Toscana bissando il successo ottenuto precedentemente dagli Allievi classe 1976. Nel 1996 il Jolly vince la competizione “Sei Bravo A”, aggiungendo ai meriti sportivi il conseguimento della vittoria nella graduatoria della Scuola Calcio (1997), iscrivendo 13 squadre ai campionati FIGC, abbandonando il puro settore giovanile e diventando una società dilettantistica (1998). Nel maggio del 1999 l’amministrazione comunale affida alla società in gestione l’impianto sportivo di Oste, funzionale ed in continuo sviluppo nella gestione degli spazi per le crescenti esigenze societarie. Nel 2001 raggiunge quota 230 tesserati, vincendo la classifica meritocratica Figc del comitato di Prato. Dopo una lunga trattativa, a partire dal Giugno 2009 le due società A.S.D. Montemurlo e Jolly Montemurlo si sono fuse, dando vita ad un’unica compagine. Il Jolly & Montemurlo A.S.D. diventa così la Società Dilettantistica di riferimento della Provincia Pratese, partecipando con le sue squadre ai campionati più importanti. Nel campionato 2012/2013 la prima squadra del Jolly & Montemurlo arriva meritatamente alla conquista della Serie D.

La squadra guidata da Mister Settesoldi stravince il girone A del campionato di Eccellenza a 16 squadre totalizzando uno score di 72 punti con un tabellino di tutto rispetto: 22 partite vinte, 6 partite pareggiate e 2 partite perse. Nella stagione successiva, la prima della storia in Serie D (girone E) la compagine di mister Settesoldi, con la nuova denominazione di Jolly Montemurlo A.S.D., ottiene una storica salvezza raggiungendo quota 40 punti. Oltre agli innumerevoli meriti sportivi ci piace sottolineare come la società toscana, grazie all’aiuto di tanti genitori e dirigenti, dia un contributo importante nella crescita dell’attività sportiva nel nostro territorio come punto di riferimento sempre più prezioso per tanti giovani e per le loro famiglie. L’ottimo lavoro svolto nella Scuola Calcio e nel Settore Giovanile della società sportiva del Jolly Montemurlo trova significativi risultati nelle carriere di giovani talenti cresciuti con la maglia biancorossa che militano attualmente nei club professionistici. Per la classe 2001 è stato confermato Branchetti alla Pistoiese. Per i 2002 Belli al Prato, mentre Cangioli, Falteri, Parisi, e Del Re alla Pistoiese. I ragazzi anno 2003 Curumi e Gonfiantini sono stati confermati dall’Empoli, mentre Diodato (2005) dalla Fiorentina. A chiudere Rivi e Lami rimangono al Prato.

Il Jolly Montemurlo nel campionato di Serie D 2015/16 sarà senz’altro una delle sicure protagoniste in quanto è risultato la vera e propria regina del mercato con colpi quali Molinari, Danucci, Pratali e Colombini., proseguendo nel difficile cammino che potrebbe condurre verso un sogno, perchè “Esiste solo ciò che esiste nella mente”, come recitava il motto inventato da mister Settesoldi nella stagione 2012/13, anno in cui il Jolly Montemurlo ha vinto il campionato di Eccellenza toscana a suon di record. Adesso si cercherà di perseguire un nuovo traguardo e i presupposti ci sono tutti.

Per la cronaca Montemurlo è un comune italiano della provincia di Prato, posto a circa 8 km a nord-ovest di Pistoia ed a circa 20 km a nord-ovest di Firenze e ha una popolazione di 18.451 abitanti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.