Borgio 2021, Dacquino presenta il programma: "Nuovo fronte mare e Consulta sul turismo" - IVG.it
Politica

Borgio 2021, Dacquino presenta il programma: “Nuovo fronte mare e Consulta sul turismo”

dacquino borgio 2021

Borgio Verezzi è il nostro paese; paese che amiamo, che vogliamo vivo e che metta insieme. Pensiamo a una comunità fatta di persone vere, responsabili, dialoganti e solidali, a un ambiente curato ed accogliente, sicuro, rispettato e bello, ad attenzioni che proteggano e migliorino il quotidiano, a progetti sostenibili e di valore per il domani. Sono obiettivi essenziali per ogni paese, ogni persona ha il diritto di vivere in una realtà determinata e competente per seguirli e realizzarli; per questo motivo proponiamo la nostra Nuova Via“.

Così il candidato sindaco Renato Dacquino, in corsa per un terzo mandato da primo cittadino di Borgio Verezzi, presenta il suo programma elettorale in vista del voto per le prossime comunali.

“BORGHI: ognuno con la sua storia da conoscere, rispettare e valorizzare, l’opportunità reale è trasformare i Borghi in volani turistici che contribuiscano alla destagionalizzazione.

MARE PULITO e SPIAGGE ACCOGLIENTI: è la risultante di comportamenti virtuosi che vanno dal contrasto continuo ad ogni forma di inquinamento, all’indispensabile dialogo pubblico – gestori privati. I tratti di spiaggia libera rappresentano una importante necessità sociale, ma occorre, almeno per alcune di esse, provvedere al necessario attrezzamento. Si continuerà a migliorare le caratteristiche del nostro litorale anche al fine di ottenere la Bandiera Blu, importante riconoscimento internazionale.

MULINO FENICIO: simbolo e stimolo a entrare sempre più in contatto con la nostra essenza, i sentieri collinari da far rivivere e i nuovi spazi da recuperare (area Cava Vecchia con la secolare storia dei cavatori per l’estrazione della pregiata pietra di Verezzi), le arrampicate sulle falesie a picco sul mare e una visione sul golfo unica. Tutto questo patrimonio ha necessità di essere potenziato ed essere inserito all’interno di un circuito virtuoso di protezione e turismo “slow”.

L’ARCHEOLOGIA sul nostro territorio ha valenza sia storica che industriale, si snoda dal Giovane Principe delle Arene Candide, attraverso la Caverna dell’Arma Crosa e si allarga sul Castellaro. La passeggiata turistica che unisce l’ampliata accoglienza delle Grotte di Valdemino con il rinnovato Parco dell’antico acquedotto. Sparse in punti particolari del territorio si incontrano edicole votive (alcune nel finalese, ma strettamente legate alla parrocchia di Verezzi), rovinate dal tempo che necessitano di interventi di restauro, così come è opportuno ristrutturare strutture pubbliche simbolo di storiche costruzioni come la vasca dell’acquedotto di Borgio e la casetta di via Maria Luisa.

PUC (Piano Urbanistico Comunale): la nostra linea guida chiara e condivisa per lo sviluppo del territorio, da difendere da eventuali azioni improprie facendo comprendere la differenza tra un risultato a breve, con ricadute limitate, e il valore per tutti di uno sviluppo sostenibile nel tempo.

AMBIENTE: bene comune da proteggere e migliorare. Attenzione continua alla gestione di parchi, giardini e cura del verde. Impegno collettivo per l’educazione al rispetto delle nostre bellezze. Monitoraggio del patrimonio di verde pubblico.

SERVIZIO IDRICO INTEGRATO: Essere continuamente attivi nella gestione del ciclo delle acque, con l’obiettivo primario del collegamento al depuratore di Borghetto S.S.

BORGO PIÙ BELLO: l’importante riconoscimento deve continuamente essere di sprone al miglioramento dell’intero territorio con l’obiettivo di vivere in un ambiente sempre più bello e accogliente.

RIFIUTI: il presente ed il futuro di tutti passa attraverso la loro corretta e responsabile gestione. Oltre al miglioramento del sistema di raccolta, l’obiettivo principale è quello di aumentare la parte DIFFERENZIATA a scapito di quella destinata alla discarica. A questo proposito l’obiettivo è quello di una riprogrammazione dell’intero sistema di raccolta comunale progettandolo affinché la comodità del conferimento sia unita al rispetto del decoro del paese. Inoltre sarà fondamentale l’educazione della cittadinanza e degli esercenti ad un minore conferimento dei rifiuti, specialmente con attenzione riguardo a quelli plastici”.

Questi i punti di intervento per il paese, ma altri capitoli sono dedicati alle “PERSONE”…

“TRASPARENZA: rete attiva con tutta la comunità e sviluppo dei sistemi di comunicazione, anche tecnologici, a supporto. Collaborazione regolare e monitorata con cittadini e associazioni.

CONTATTI STRATEGICI con Comuni vicini, Provincia e Regione, sia per fare rete in caso di manifestazioni e strategie turistiche sia come partner per la realizzazione di progetti sul territorio.

SOCIETÀ PARTECIPATE: le nostre idee possono essere importanti, anche se il nostro paese come azionista ha peso limitato.

ASSISTENZA: la cura di ogni singolo che ha bisogno è essenziale ed è importante avere una comunità intorno in ogni fase della vita. Fattore umano, volontariato, negozi di vicinato, tecnologia, le leve del successo.

CULTURA: favorire i processi di crescita sociale, civile e culturale per ogni età. Organizzare sinergie tra la rinnovata biblioteca, le associazioni culturali del territorio, la scuola e il Teatro Gassman. Creare momenti di conoscenza della cultura e delle tradizioni del paese.

LAVORO: Borgio Verezzi è sede di lavoro ma anche area di riposo per coloro che lavorano altrove, bisogna creare le condizioni per fare si che il lavoro in loco sia esso smart o fisico venga incentivato ed inoltre creare consapevolezza del bagaglio culturale che si può ottenere risiedendo nel nostro Paese per le sue caratteristiche (buon livello della scuola, panorama culturale attivo, associazionismo etc)”.

lista dacquino 2021

E poi i progetti…

“FRONTE MARE: procedere senza esitazione alla realizzazione della nuova passeggiata che dovrà anche integrarsi con le aree limitrofe e considerando come parte integrante del progetto la ricostruzione dello storico pontile.

PIAZZA GRAMSCI: l’ampliamento e la ristrutturazione della piazza rappresentano soltanto una parte del progetto che, in una lettura armonica ricca di spazi pubblici integrati con le attività del territorio, comprende in un solo insieme l’intera area che va dalla Borgata Poggio alla Borgata Piazza.

IMPIANTI SPORTIVI: parte importante per la comunità che necessita di interventi strutturali e di una riorganizzazione gestionale.

FESTIVAL TEATRALE: il grande successo mediatico e artistico va conservato e migliorato, ma occorre anche ricercare nuovi equilibri che tengano conto delle varie esigenze ad esso riconducibili.

GROTTE: migliorare la sinergia con le zone limitrofe e lo spazio di accoglienza. Nuove opportunità commerciali vanno trovate in collaborazione con le attività commerciali del paese.

VIA S. GIUSEPPE: rifare la pavimentazione in acciottolato dell’intero tratto e relativi sottoservizi, compreso l’interramento delle forniture elettriche e telefoniche attualmente alimentate per via aerea che tanto deturpano il paesaggio e la borgata.

TURISMO: settore che deve essere continuamente seguito e innovato. La costituzione di una CONSULTA PER IL TURISMO può rappresentare il motore di questo sviluppo. Il patrimonio gastronomico, arricchito dai recenti riconoscimenti dei prodotti De.Co., contribuisce in modo tangibile all’economia, ma esistono ancora ulteriori margini di crescita. In ogni caso il focus della strategia deve rimanere sulle nostre unicità territoriali: Teatro, De.Co, Sentieri, Mare e Grotte.

VIA alla CHIESA: completare il rifacimento dell’ultimo tratto fino al piazzale antistante il cimitero, ripensando anche l’illuminazione pubblica.

SCUOLA: portare a termine i lavori già finanziati per la sicurezza e l’efficientamento energetico dell’edificio e garantire inoltre la prosecuzione del servizio di scuola per l’infanzia.

BARRIERE ARCHITETTONICHE: intervenire in tutte le situazioni ancora non risolte e prevenire ogni situazione di potenziale disagio, si parte in questo progetto abbattendo le barriere architettoniche fisiche grazie all’importante documento condiviso dall’ANMIC, ricordando però anche l’esistenza di barriere architettoniche di altri tipi (sonore, visive etc).

VIA SAURO: migliorare la viabilità eliminando gli ostacoli ancora esistenti sul tratto abitato e realizzando, ove possibile, modesti, ma importanti allargamenti sull’intero percorso rinnovando inoltre l’intero patrimonio di illuminazione pubblica della via.

VIA BARRILI: migliorare la viabilità in modo particolare nel tratto via Sauro – via Crosa.

ZONA ARTIGIANALE: completare l’anello viario della zona a sinistra del torrente Bottassano attualmente senza sbocco.

CIMITERO di VEREZZI: intervento di messa in sicurezza e restauro della storica tomba CUCCHI con il pregiato portale in pietra di Verezzi, unico nel suo genere.

ILLUMINAZIONE PUBBLICA avviare un processo di censimento dell’illuminazione pubblica e modernizzazione che porterà notevoli miglioramenti dal punto di vista del risparmio energetico e una maggiore possibilità da parte dei cittadini di segnalare eventuali guasti con comodità. Implementare ulteriormente la presenza di impianti fotovoltaici sugli edifici pubblici.

TORRENTE BOTASSANO: lavori di messa in sicurezza sono necessari procedendo allo scavo della porzione a valle del ponte del Cimitero”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.