Ex Rodriquez a Pietra Ligure, una storia travagliata: dal mancato rilancio della cantieristica fino all'atteso progetto di riqualificazione - IVG.it
Memoria storica

Ex Rodriquez a Pietra Ligure, una storia travagliata: dal mancato rilancio della cantieristica fino all’atteso progetto di riqualificazione

Tutte le tappe sulla vicenda degli ex cantieri navali pietresi

Ex Cantieri Rodriquez Pietra

Pietra Ligure. Partiamo della storia più recente: il sindaco Luigi De Vincenzi ha inserito nel suo programma elettorale del mandato ter l’attesa riqualificazione degli ex cantieri Rodriquez, con modifiche sostanziali rispetto al progetto iniziale e con una nuova arena per spettacoli ed eventi.

Nonostante l’emergenza pandemica non sono mancati in questi mesi contatti e telefonate con la proprietà dell’area, la famiglia Colaninno, propria per rimettere mano all’iter amministrativo e progettuale. Ora la cessione, da parte della holding di Colaninno, della società (Pietra Ligure srl) che detiene la proprietà delle aree a un’azienda (Polifin Spa) facente capo alla famiglia Bosatelli (il cui nome è legato alla Gewiss) e la prospettiva di un nuovo restyling urbano sul modello “Chorus Life”.

Quella degli ex cantieri navali di Pietra Ligure, sito produttivo negli anni del boom e dello sviluppo della nautica, è una storia senz’altro travagliata, durata oltre un secolo: dai primi anni 2000 e poi tra il 2005 e il 2007 le avvisagli della crisi aziendale, con numerose iniziative e manifestazioni sindacali, incontri, delibere di giunta e di Consiglio comunale per salvare la cantieristica, fino all’accordo siglato anche con la Regione Liguria nel 2007 che prevedeva un nuovo polo della nautica nell’ambito del complessivo progetto di riqualificazione urbanistica delle aree di Pietra Ligure.

In questo sito produttivo dal 1993 al 2007 sono stati costruite più di 30 imbarcazioni di cui 11 di grandi dimensioni (traghetti veloci da 70 a 100 metri), 16 motovedette di 25 metri ad alta tecnologia ed ultraleggere più varie in ferro o alluminio da 16 a 50 metri; l’ultima imbarcazione costruita era stata un prototipo di catamarano di 50 metri circa a bassissimo consumo cofinanziato dall’Unione Europea con fondi per l’innovazione e lo sviluppo.

Nell’attesa del nuovo cantiere navale si era anche prevista una ricollocazione delle maestranze per i lavori di demolizione, messa in sicurezza e bonifica delle aree, lavori iniziati nel 2016.

La vertenza industriale, con molti lavoratori trasferiti o che hanno trovato altre soluzioni, non si è però conclusa positivamente, in particolare per le maestranze rimaste ad attendere la rinascita del cantiere e la garanzia occupazionale, un ultima battaglia finita anche in Tribunale.

Tra il 2016 e il 2018 si consuma in via definitiva l’impossibilità di un nuovo polo della nautica, che aveva di fatto “stoppato” tutto il progetto di restyling urbanistico.

Un nuovo capitolo si apre con il ritorno di Luigi De Vincenzi alla carica di sindaco di Pietra Ligure: dopo aver preso atto della situazione e del contesto economico complessivo, ecco il nuovo progetto, che prevede ancora una parte residenziale, una turistico-commerciale, parco urbano, nuovi parcheggi, lungomare e anche la nuova arena degli spettacoli estivi lanciata dallo stesso De Vincenzi nel suo programma elettorale, un asset progettuale più snello rispetto agli albori dell’iter proposta inizialmente, meno invasivo, con meno opere a mare e meno opere a terra, recuperando quindi maggiori spazi. Un progetto che doveva essere condiviso con la proprietà.

L’occasione di un rilancio rispetto al programma per le aree era stata l’inaugurazione del nuovo sottopasso ferroviario alla stazione pietrese, prospettando l’ipotesi di un collegamento e accesso diretto dall’area ferroviaria alla nuova zona del fronte mare indicato nelle aree dell’ex cantiere navale.

E si arriva ai giorni nostri… Ecco l’annuncio del gruppo Colaninno sulla vendita delle aree e la prospettiva di un nuovo e più strutturato progetto di riqualificazione urbanistica, accolto con grande soddisfazione dal primo cittadino pietrese.

Dopo l’ultima fase di stand by si apre ora una nuova e diversa fase, sulla quale l’amministrazione pietrese punta con decisione per arrivare all’obiettivo finale: portare a termine il restyling con la nuova proprietà.

leggi anche
luigi de vincenzi
Bene
Vendita aree ex Rodriquez, la soddisfazione di De Vincenzi: “Notizia che aspettavamo da tempo”
Ex Cantieri Rodriquez Pietra
Passaggio
Il Gruppo Colaninno vende le aree ex Rodriquez al patron di Gewiss: arriva “Chorus Life”?

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.