IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il sindaco di Bergeggi scrive a “La Kava” e Prefettura: “Sospese tutte le feste di fine anno scolastico”

“Per salvaguardare e tutelare la salute dei giovani, come richiesto da numerosi genitori”

Bergeggi. Preoccupazione per la salute dei giovani, espressa da tanti genitori e condivisa dal sindaco di Bergeggi Roberto Arboscello, che ha deciso di inviare una lettera diretta ai titolari della discoteca “La Kava” e alla Prefettura per chiedere lo “stop” alla feste di fine anno scolastico, visto il rischio concreto di assembramenti e con l’emergenza Covid non certo cessata.

“Avevo espresso in precedenza tutta la mia preoccupazione legata all’apertura delle discoteche e al rispetto delle norme sanitarie e di prevenzione legate all’emergenza covid. Preoccupazione non solo personale ma diffusa soprattutto tra i genitori preoccupati dell’organizzazione di numerose feste di fine anno scolastico in un particolare momento di criticità epidemiologica per la nostra provincia.Da qui la mia decisione di un passo ulteriore a livello istituzionale: scrivere ai gestori della Kava e al signor Prefetto”, ha raccontato il primo cittadino.

“Ai primi per ricordare come le riaperture, seppur lecite grazie a un’ordinanza regionale, siano vincolate al rispetto di tutte le disposizioni riguardanti il distanziamento sociale e di prevenzione di diffusione del covid19 e che al fine di prevenire ogni inauspicata ma prevedibile situazione di pericolo per la salute e l’incolumità pubblica ho evidenziato al Prefetto l’esigenza di svolgere interventi di controllo. Al signor Prefetto per chiedere un sostegno concreto e di coordinamento di tutte le forze di polizia al fine di assicurare controlli adeguati a salvaguardia della salute e dell’ordine pubblico”.

E Arboscello ha incontrato il favore sia del Prefetto che dei titolari della discoteca, che hanno accolto le richieste: “Immediata la risposta e la disponibilità del signor Prefetto che ha assicurato il massimo sforzo in tale direzione, garantendo di avere già previsto tali attività che verranno ulteriormente intensificate, – ha proseguito il sindaco. – Subito dopo grande soddisfazione nell’apprendere che anche i gestori della Kava si erano allineati, manifestando sensibilità al problema, dichiarando di aver sospeso a data da destinarsi le feste di fine anno proprio per salvaguardare la salute dei più giovani, anche a seguito della situazione attuale savonese. La salute quindi prima di tutto, soprattutto in questo caso quella dei nostri figli”.

E, infine, un messaggio anche agli “scontenti”, ovvero tanti ragazzi: “Probabilmente oggi a essere scontenti saranno i tanti giovani. A loro mi rivolgo nello stesso modo e con le stesse parole dette ai miei figli: non siate arrabbiati o delusi. Oggi dovete rinunciare a delle cose per tornare prima possibile a fare quello che facevate prima, compreso divertirvi e andare in discoteca, in totale sicurezza e tranquillità. Le feste non sono annullate, sono solo rinviate a tempi migliori. E quei tempi ci auguriamo tutti arrivino presto”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.