IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Due nuove Tac di ultima generazione inaugurate al San Paolo di Savona fotogallery

Presso il presidio ospedaliero di Savona sono effettuate ogni anno 13 mila prestazioni in urgenza e, complessivamente, circa 22 mila Tac l'anno

Savona. Sono state presentate oggi, alla presenza del vice presidente e assessore regionale alla sanità Sonia Viale e del sindaco di Savona Ilaria Caprioglio, le due apparecchiature gemelle di tomografia assiale computerizzata del San Paolo di Savona. I due strumenti Tac sono funzionanti a pieno regime da inizio gennaio.

Due nuove Tac al San Paolo di Savona

Le nuove di produzione General Electric (GE) modello Revolution Evo, sono state acquisite a seguito di gara d’appalto che vedeva in competizione quattro concorrenti, rappresentanti il meglio delle produzione mondiale nel settore di riferimento. Le Tac installate sono di ultima generazione tecnologica, capaci di scansionare fino a 128 strati per ogni rotazione di 360°.

Entrambi gli impianti sono dotati dei più recenti protocolli di esame, in grado di esaminare tutti i distretti corporei con la massima accuratezza e precisione. Sono inoltre forniti dei più moderni sistemi hardware e software in grado di ridurre la dose di radiazioni erogata al paziente, mantenendo sempre eccellente il livello di definizione dell’immagine.

Una “risoluzione spaziale” migliore rispetto ai precedenti scanner TC garantisce una elevata nitidezza delle immagini e consente di visualizzare i dettagli anatomici più piccoli; inoltre grazie all’innalzamento del limite di peso del lettino paziente è ora possibile eseguire imaging TC su pazienti fino a 250 kg, ottenendo immagini diagnostiche con ‘rumore’ ridotto e risoluzione del contrasto migliorata.

Due nuove Tac al San Paolo di Savona

Le funzionalità a dose ridotta di ASiR-V rende questa tecnologia ideale per le scansioni dei pazienti pediatrici, per i trattamenti oncologici e il follow-up di malattie croniche; in particolare per i pazienti pediatrici, la velocità e l’erogazione di basse dosi di radiazioni, garantite dalle nuove macchine, sono di importanza vitale. Anche le operazioni di routine beneficiano delle nuova apparecchiatura TC 128 strati, migliorando la qualità delle immagini, mediante opzioni più intelligenti e automatizzate per tutte le operazioni, dalla preparazione del paziente alla post-elaborazione. Sempre in considerazione della maggior velocità di acquisizione le nuove Tac sono particolarmente adatte a studi in urgenza, nelle patologie vascolari e nelle procedure cardiache complesse, risultando di particolare affidabilità nella valutazione delle coronarie, per la pianificazione Tavi/Tavr e follow-up post procedurale.

Tutti questi benefici sopracitati si applicano alle oltre 13.000 prestazioni/anno eseguite in urgenza e più in generale sui circa 22.000 esami all’anno effettuati con tali tecnologie presso il presidio ospedaliero di Savona, a fronte di un importante impegno, anche finanziario, dell’Azienda. L’intervento per la fornitura e posa in opera di entrambe le Tac è complessivamente di 829.180 euro (Iva inclusa) comprensivi delle le opere di adeguamento dei locali e degli impianti. Il finanziamento regionale ammonta a 657.800 euro (pari a circa l’80 % della spesa).

Due nuove Tac al San Paolo di Savona

L’importo complessivo delle opere è stato relativamente contenuto in quanto i locali oggetto di installazione dei nuovi sistemi, già ospitavano analoghe apparecchiature. A tal proposito va considerato “l’ottimo lavoro svolto dai colleghi dell’Ingegneria clinica e dell’Ufficio tecnico che ha consentito di perfezionare l’installazione delle nuove apparecchiature in tempi brevi” dicono dalla direzione.

“Da tempo la qualità del parco tecnologico e la professionalità degli operatori della radiologia dell’ospedale di Savona rappresenta un fiore all’occhiello della nostra Asl – riferisce il commissario straordinario Paolo Cavagnaro – e l’ottimale organizzazione logistica delle strumentazioni di diagnostica radiologica, installate adiacenti al pronto soccorso, rappresenta un valore aggiunto per una maggior qualità di assistenza ai pazienti, poiché consente di effettuare senza spostamenti esami diagnostici immediati presso la sede del reparto di primo accesso delle emergenze-urgenze, in particolare per le patologie che richiedono azioni tempestive”.

Due nuove Tac al San Paolo di Savona

“Queste due nuove apparecchiature, acquistate attraverso un finanziamento concesso da Regione ad Asl2, contribuiranno a formulare diagnosi più precise, premessa indispensabile per garantire ai pazienti cure più appropriate – commenta l’assessore Sonia Viale – L’intervento rientra nei piani di rinnovo tecnologico che questa giunta regionale ha avviato da tempo e che sta dando ottimi frutti, grazie anche alla piena sinergia e collaborazione tra i nostri ospedali”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.