È di Calizzano il liceale che ha presentato l'innovativa start up per aiutare gli anziani al concorso FuturaItalia del Miur - IVG.it
Scuola

È di Calizzano il liceale che ha presentato l’innovativa start up per aiutare gli anziani al concorso FuturaItalia del Miur

Insieme ad uno studente del Boselli, i due sono stati gli unici savonesi ad aver partecipato alla fase nazionale

app anziani

Calizzano. Una app per aiutare gli anziani con la consegna di farmaci grazie a speciali droni in grado di raggiungere anche le località più isolate della Liguria.

È con questo progetto lungimirante e innovativo che uno studente del Liceo Calasanzio di Carcare, iscritto all’indirizzo Classico, ha superato la fase regionale del concorso FuturaItalia bandito dal Miur, accedendo alla finale nazionale.

Giovanni Briozzo, di Calizzano e Lorenzo Bagatin dell’Istituto tecnico Boselli sono stati gli unici savonesi che hanno partecipato, nella prima settimana di aprile, a questa avventura che si è tenuta a Genova, dove studenti di tutte le regioni italiane avevano il compito di presentare le start up ideate e create ad hoc sulla base degli indirizzi offerti. Il gruppo di Briozzo non è riuscito a classificarsi sul podio nazionale per un soffio, anche se la soddisfazione è tanta.

“Nella fase regionale che si è svolta a Rapallo lo scorso autunno ci siamo confrontati sul tema della Liguria, che prevedeva la creazione di una app per migliorare la qualità della vita degli anziani – spiega lo studente calizzanese – È stata un’esperienza che non dimenticherò e devo ringraziare, in modo particolare, il preside del Calasanzio, Fulvio Bianchi, e le insegnanti Stefania Resio e Silvia Scarzella per aver creduto in me e aver fatto sì che potessi partecipare alla “sfida” finale.

Più informazioni

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.