IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Elezioni regionali, urne aperte fino alle 23 per eleggere nuovo consiglio e presidente

A Savona sono allestiti anche due seggi speciali: uno all’ospedale S. Paolo di Valloria e uno per il carcere Sant’Agostino e le case di cura

Savona. Urne aperte fino alle 23 in provincia come nel resto della regione per le elezioni regionali.  A Savona città sono 18 le sedi (3 scuole Superiori e 15 fra elementari e medie) dove sono in corso le operazioni di voto, le sezioni elettorali in totale sono 61.

La sezione numero 7 (alle medie Pertini di via Verzellino) attende il maggior numero di votanti, ben 1330. Si preannuncia una giornata particolarmente intensa per il suo presidente di seggio, visto che la sezione 7 è collegata al carcere Sant’Agostino, dove sarà raccolto il voto dei carcerati che non hanno perso il diritto (ad esempio, se sono in attesa di giudizio), ma saranno raccolte anche le preferenze degli anziani che risiedono in tre case di cura (Residenza Bagnasco, Il Faggio e Istituto Rossello).

Sono allestiti anche due seggi speciali: uno all’ospedale S. Paolo di Valloria e uno per il carcere Sant’Agostino e le case di cura. All’ospedale, in particolare, si potrà votare in due modi: al settimo piano (ci sarà un presidente, un segretario e due scrutatori), ma ci sarà anche una «squadra» con un presidente e due scrutatori che, su indicazione della direzione sanitaria, raccoglierà le preferenze nei vari reparti per i degenti impossibilitati a muoversi.

Saranno 50712 gli elettori maggiorenni attesi nei seggi savonesi. Gli uomini sono 23335, le donne 27377. Voteranno per la prima volta 190 diciottenni (94 ragazzi e 96 ragazze), ma restano fuori 39 neo elettori (21 maschi e 18 femmine) che compiranno 18 anni nei prossimi mesi dell’anno. Sono 10 i savonesi che si sono trasferiti da meno di un anno a Trento e in Val d’Aosta e da meno di 4 anni a Bolzano e che, in base ai rispettivi regolamenti autonomi, hanno ancora diritto di voto in Liguria. Per esprimere la loro preferenza sul candidato presidente e il Consiglio regionale, però, dovranno recarsi a Savona. In provincia di Savona invece gli elettori sono 243 mila 801, di cui 115.571 maschi e 128.230 femmine. Le sezioni sono 308.

I savonesi residenti all’estero a cui il Comune ha spedito la cartolina con le indicazioni per il voto sono 2879. Di questi, 23 gli avvisi che hanno raggiunto altrettanti savonesi in Oceania. La spedizione è costata 4970 euro.

In questa tornata elettorale non è previsto il voto a domicilio, ma le persone malate o anziane che non possono recarsi a votare da sole potranno chiedere di essere accompagnati ai seggi e poi riportati a casa dai militi della Croce Rossa. Per usufruire di questo servizio si dovrà telefonare al centralino della Croce Rossa dalle 8 alle 22 al numero 019-806868. Chi ha necessità di assistenza al voto ma non ha una disabilità manifesta (ad esempio cecità parziale) dovrà invece far accertare la propria inabilità ad un medico, che effettuerà le visite domani dalle 10 alle 12 all’ufficio elettorale di via Manzoni. Il medico apporrà il timbro di riconosciuta necessità di assistenza al voto.

Sono al lavoro 372 persone, di cui 63 presidenti (61 normali e due speciali, uno al S. Paolo e uno in carcere), 244 scrutatori (di cui 4 speciali) e 61 segretari. I presidenti dei seggi guadagneranno 150 euro (90 quelli delle sezioni speciali), gli scrutatori 120 euro (61 gli speciali) e 120 i segretari.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.