IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Maltempo: allerta 1 su tutta la Liguria per Natale e Santo Stefano previsioni

Più informazioni su

Regione. La Protezione Civile della Regione Liguria, in base alle previsioni meteo e idrologiche del centro meteo Arpal di questa mattina, ha emanato lo stato di allerta 1 su tutto il territorio regionale, dalle ore 8 di mercoledì 25 dicembre alle ore 12 di giovedì 26 dicembre 2013. Evitate le nevicate in costa, perché lo zero termico dovrebbe rimanere sopra i 1.600 metri.

Per maggiori dettagli e per aggiornamenti la Regione Liguria invita a visitare il sito internet www.allertaliguria.gov.it, dove si possono trovare anche le misure di autoprotezione.

Ecco il bollettino Arpal: per martedì 24 dicembre: l’approssimarsi di una profonda depressione atlantica porta un progressivo peggioramento delle condizioni meteo con piovaschi sparsi o deboli rovesci che vanno intensificandosi nel corso della giornata. Nel pomeriggio/sera possibili rovesci o temporali anche moderati; bassa probabilità di fenomeni forti. Rinforzo dei venti meridionali con valori medi fino a 40-50 km/h e raffiche intorno ai 60-70 km/h nelle ore serali.

Per mercoledì 25 dicembre: giornata di Natale fortemente perturbata con precipitazioni di intensità tra moderata e forte che daranno luogo a cumulate elevate su tutta la Liguria, con piogge anche di forte intensità. Probabile attenuazione delle precipitazioni a ponente in tarda serata. Ulteriore rinforzo dei venti meridionali con intensità fino a burrasca (50-70 km/h) con raffiche di burrasca forte. Previste mareggiate sulla costa.

Per giovedì mattina si prevedono precipitazioni moderate con cumulate anche significative sul centro-levante che andranno gradualmente attenuandosi da metà giornata. Venti meridionali in attenuazione e rotazione del flusso da Nord. Possibili mareggiate residue nelle prime ore della giornata.

“A seguito dei probabili temporali forti potranno verificarsi allagamenti localizzati ad opera di piccoli canali e rii; fenomeni di rigurgito del sistema di smaltimento delle acque piovane con coinvolgimento delle aree urbane più depresse. Possibili allagamenti e danni ai locali interrati, provvisoria interruzione della viabilità, specie nelle zone più depresse, scorrimento superficiale nelle sedi stradali urbane ed extraurbane. Eventuale innesco di locali smottamenti superficiali dei versanti. Possibili disagi alla viabilità e danni localizzati a strutture provvisorie e vegetazione per locali forti colpi di vento, trombe d’aria, grandine e fulmini. Previsto un occasione pericolo per l’incolumità delle persone e beni”.

“I venti di burrasca forte dai quadranti settentrionali o burrasca dai quadranti meridionali potranno causare possibili danni e caduta di parti di strutture provvisorie e mobili, di insegne e vegetazione, disagi per lo svolgimento di attività in quota, disagi per il traffico aereo, le attività portuali, la viabilità dei mezzi pesanti e la navigazione da diporto”.

“Il mare agitato con possibili mareggiate intense potrebbe creare disagi o locale pericolo per la balneazione e le attività nautiche, con possibili danni lungo le coste esposte e nei porti a imbarcazioni e strutture”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.