IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Regionali 2020, la Lega primo partito a Loano: “Merito degli sforzi di militanti, candidati e parlamentari”

Con oltre il 36 per cento delle preferenze

Loano. Con oltre il 36 per cento delle preferenze, le elezioni regionali hanno confermato la Lega quale primo partito di Loano.

Un risultato che, secondo il commissario della sezione Demis Aghittino, conferma “l’ottimo andamento del partito dalle politiche del 2018, passando per le europee fino alle regionali che si sono appena concluse. Il risultato è ancora più rilevante alla luce della vittoria del loanese Brunello Brunetto, che con 944 preferenze risulta il più votato in assoluto a Loano”.

Aghittino, alla prima “prova elettorale” da quando è commissario, ci tiene a sottolineare come “la conferma della Lega come primo partito a Loano è merito degli sforzi corali di sostenitori, militanti, candidati e parlamentari del territorio che non si sono risparmiati nonostante impegni lavorativi e istituzionali. Un grazie va anche alla cittadinanza che ha saputo accogliere in modo caloroso Matteo Salvini nella sua visita mattutina di giovedì 17 con una piazza Rocca gremita con più di 600 persone, come non si vedeva da anni a Loano per un evento politico”.

Aggiunge il vice sindaco Luca Lettieri: “La Lega è il primo partito in provincia di Savona e, nei comuni sopra i mille abitanti, a Loano ottiene la percentuale più alta, grazie al lavoro di tutti e la regia del senatore Paolo Ripamonti. È stata proprio la scelta della squadra dei candidati a portare questo risultato straordinario per la Lega: la rielezione dell’ingauno Mai, assessore uscente, e l’elezione del nostro concittadino Brunetto”.

“Come vice sindaco sono orgoglioso che la nostra città sia rappresentata da ben due consiglieri regionali [Brunello Brunetto e Angelo Vaccarezza], entrambi i più votati nei rispettivi partiti. Sono certo che non mancherà il loro contributo a difesa dei legittimi interessi della comunità regionale. Possiamo considerare Loano la ‘caput mundi’ della politica provinciale”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.