IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ripartenza aziende, CNA Savona: “Serve senso di responsabilità e diligenza da parte di tutti”

"Un'opera di contingentamento delle attività rischia di andare ulteriormente a danneggiare imprese già pesantemente gravate dalla crisi"

Più informazioni su

Savona. “Esiste un protocollo condiviso e siglato dalle parti sociali lo scorso 14 marzo che ha come obiettivo quello di porre delle linee di comportamento trasversali a tutte le categorie produttive per far fronte con sicurezza, sia per i lavoratori che per gli stessi imprenditori, all’esecuzione e alla ripresa delle attività economiche”. A comunicarlo, in una nota, è la segreteria territoriale savonese della confederazione nazionale dell’artigianato e della piccola e media impresa.

“A breve inoltre dovrebbero venir licenziate delle linee guida specifiche per ogni comparto e che quindi facciano riferimento alle peculiarità di ciascun lavoro – spiegano dalla CNA -. Esistono disposizioni nazionali (gli ormai ben noti DPCM) e decreti regionali che non solo identificano le attività che possono continuare o riprendere a lavorare ma che demandano solo in talune ipotesi specifiche al Prefetto o ad altra Autorità il compito di pronunciarsi all’interno del tracciato stabilito dai Regolamenti stessi”.

“Ritengo che fare oggi un’opera di contingentamento delle attività, imponendo passaggi o ulteriori burocrazie non previste dalle norme vigenti – afferma Paola Freccero, Presidente di CNA Savona, rischi di andare ulteriormente a danneggiare imprese già pesantemente gravate dalla crisi e che necessitano, adottando tutte le precauzioni previste dal Protocollo e dalle più elementari misure di profilassi, di riprendere a lavorare senza ulteriori indugi”.

“Oggi più che mai – continua la Presidente – occorre operare in maniera unita e coesa contro l’abusivismo e contro tutti quei soggetti che non solo mettono da sempre a repentaglio la vita delle imprese virtuose giocando sporco sul mercato ma che oggi sono anche un potenziale pericolo fuori controllo per la sicurezza di tutti”.

“CNA raccomanda – conclude Paola Freccero – naturalmente a tutte le aziende di muoversi con senso di responsabilità e diligenza affinché, per il vantaggio di tutti, possa essere garantito in sicurezza il passaggio completo alla Fase 2 fino all’auspicabile sblocco totale dalle misure restrittive tenendo in debita considerazione che la nostra Regione non può fare a meno di tutti quei partner economici che operano nel settore dell’accoglienza e del turismo a loro volta volano di tante ulteriori piccole attività che hanno bisogno di riprendere al più presto e in sicurezza.

TUTTI GLI AGGIORNAMENTI SULL’EMERGENZA

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.