IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Mototerapia in ospedale, ecco i risultati della ricerca medica. Vanni Oddera: “Sono dati strepitosi”

Il campione savonese commenta i risultati dopo un anno di lavoro in oncologia pediatrica presso l'ospedale Regina Margherita di Torino

Più informazioni su

Regione. “Come raggiungere un traguardo? Senza fretta ma senza sosta. Per undici anni ho creduto in questo progetto, molte sono state le difficoltà, soprattutto cambiare le abitudini e le opinioni delle persone”. A parlare, in una nota, è Vanni Oddera, il campione di motocross savonese che ha scelto di donare la propria passione per aiutare gli altri.

“Senza parlare delle grandissime responsabilità che per anni mi sono preso – racconta Oddera – ma la strada era quella giusta e tutti i sorrisi che facevo nascere con la mia moto lo confermavano ogni volta. Dopo un anno di lavoro in oncologia pediatrica nell’Ospedale Regina Margherita di Torino, l’equipe medica creata e diretta dalla Dott.ssa Franca Fagioli, il supporto del main donor Fondazione Allianz Umana Mente si è conclusa con successo la ricerca medica sulla Mototerapia in ospedale”.

“I dati raccolti sono strepitosi e sono stati pubblicati dal European Journal of Integrative Medicine di Londra. Non c’è gioia più grande di vedere realizzato un sogno così. Grazie a tutte le persone che hanno sempre creduto in tutto questo” conclude.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.