IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona, stop al bando per Madonna degli Angeli: camminata non competitiva “per ricordare l’occasione persa” foto

L'evento è organizzato dall'associazione GPN2010, in collaborazione con OSA Outdoor Sport Activity

Savona. “Mercoledì 6 novembre sarà una data emblematica, quel giorno scadrà il bando che avrebbe permesso di mettere in sicurezza e salvaguardare l’area del Monte Ornato. Se quella sera saremo in tanti dimostreremo la nostra amarezza per questa grande occasione mancata e la nostra presenza avrà un valore simbolico, ma anche concreto!” comunicano dall’associazione GPN2010.

“Uniti non da un colore politico, ma dalla consapevolezza che il prezzo che dovremo pagare per le nostre inadempienze e la nostra superficialità presto diventerà troppo alto”, il 6 novembre alle 19.30 si camminerà per un obiettivo comune. La partenza è prevista in piazza Sisto IV.

“La speranza che la luce delle nostre torce, che quella sera porteremo fino alla chiesetta, sia foriera di altre opportunità volte alla tutela di quel luogo, occasioni troppo spesso mancate a causa del disinteresse di chi preposto a salvaguardarlo. Quello che vorremmo passasse è un messaggio di condivisione verso un argomento importante per la nostra città e per il futuro di chi la vivrà. La tutela ambientale e del nostro patrimonio storico dovrebbero essere valori imprescindibili” comunica l’associazione.

“Ognuno di noi dovrebbe sentirsi in dovere di fare qualcosa, anche un piccolo gesto, pur di non restare a guardare. Riteniamo di dover agire concretamente, perché la storia, contrariamente a quanto ci viene insegnato, non viene scritta solo dai grandi personaggi, ma da tutti noi che, quotidianamente, con le nostre azioni o non azioni, accettiamo o rifiutiamo o modifichiamo quanto le leggi o le tradizioni ci trasmettono”.

L’obiettivo principale della camminata non competitiva dal nome “Voce e Luce” è, infatti, quello di” promuovere uno sviluppo giusto, che sia rispettoso dell’ambiente in cui viviamo, proteggendo e tutelando fattori naturalistici e salvaguardando gli elementi artistici e culturali, quelli che nel nostro paese troppo spesso non sono valorizzati, perché vengono dati per scontati e soprattutto considerati non una risorsa, ma un peso economico, progettuale, gestionale e burocratico”.

L’appello dell’associazione è rivolto anche alle amministrazioni, che “dovrebbero farsi carico della tutela dell’ambiente naturale, della storia e della propria cultura preservandola e rivalutando i valori veri della nostra società, iniziando proprio dal rispetto della storia che ci ha condotto fin qui. Ma spesso accade l’esatto contrario e può succedere che una giunta, dopo ordini del giorno rimasti nel cassetto, impegni promessi, inutili riunioni fatte di parole vuote, dopo rassicurazioni di ogni ordine e grado, decida di rinunciare a un finanziamento di oltre mezzo milione di euro per un progetto volto alla salvaguardia di un’area più volte percorsa dal fuoco e quindi ad alto rischio incendio”.

Questa è una delle principali ragioni che hanno indotto l’associazione GPN2010 a organizzare, in collaborazione con OSA Outdoor Sport Activity, un’associazione che nasce proprio per promuovere il territorio savonese attraverso percorsi urbani e sentieri, una camminata non competitiva, con partenza da Piazza Sisto IV e arrivo alla chiesa della Madonna degli Angeli.

I camminatori verranno condotti attraverso il bosco, seguendo un piccolo sentiero che nel corso dei secoli è stato apparentemente dimenticato, ma che ci appartiene perché parte integrante del nostro bagaglio storico e culturale. Un sentiero finalmente “ritrovato” grazie al contributo della Fondazione De Mari, che ha permesso di renderlo nuovamente percorribile e proprio sul sentiero apparirà qualcuno che porterà a ritroso nel tempo.

La chiesa per una sera ritroverà la sua “Voce” e la sua “Luce” e una lanterna illuminerà antiche parole che riecheggeranno come trasportate da un soffio di vento.

“La Madonna degli Angeli è un luogo del cuore e dell’anima, pieno d’incanto, da salvaguardare e da tramandare alle generazioni future perché la natura, il paesaggio, le  tradizioni, la fede e i ricordi sono parte fondamentale della storia; sono la nostra ricchezza, la
forza del passato e la risorsa per il futuro! La collina della Madonna degli Angeli è un luogo ricco di cultura e di fede, ma è anche
particolarmente importante a livello ambientale, infatti sono presenti sorgenti di biodiversità come agrumi, olivo, vite e piante aromatiche”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.