IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Borghetto, al via la pulizia delle “spiagge di sassi” sotto Capo Santo Spirito fotogallery video

Sarà anche sistemata la spiaggia libera adiacente alla spianata sotto Capo Santo Spirito

Borghetto Santo Spirito. Sarà ripulita a breve la spiaggia del litorale di ponente di Borghetto che lunedì si era trasformata in una vera e propria sassaia a causa della mareggiata che aveva colpito il litorale. Secondo quanto spiegato dai gestori degli stabilimenti balneari della zona, la violenza delle onde ha fatto finire sulla spiaggia sassi e pietre di grosse dimensioni provenienti dalla montagnola di detriti accatastata su una scogliera nei pressi di Capo Santo Spirito.

Il materiale era stato depositato in quel punto il mese scorso e sarebbe dovuto servire per effettuare il ripascimento del litorale programmato dal Comune. Le operazioni, però, erano state interrotte da un gruppo di concessionari che aveva fermato i camion impedendo agli operai di effettuare i lavori. All’origine della protesta c’erano proprio le dimensioni granulometriche dei materiali, giudicate eccessive rispetto al consueto. “Non è sabbia, ma sassi”, avevano detto un mese fa i balneari.

Il Comune aveva deciso di bloccare il ripascimento e di accumulare il materiale sulla scogliera sul lato di levante del Capo in attesa di riprendere i lavori dopo l’estate. L’interruzione delle operazioni aveva soddisfatto i balneari, ma la collocazione del materiale meno: i concessionari, infatti, temevano che in caso di mare grosso pietre e sassi potessero finire sulle loro spiagge. Cosa che, a loro dire, si è puntualmente verificata lunedì.

Ma a scatenare le proteste non era stata solo l’invasione di sassi in sé, ma anche e soprattutto la qualità del materiale che si voleva usare per il ripascimento: “Sulle spiagge sono arrivati sassi di grosse dimensioni, ma anche pezzi di mattoni e quelli che sembrano scarti edilizi. Abbiamo trovato anche cocci di vetro e di metallo piuttosto acuminati. Rappresentano un pericolo non indifferente”.

Dal punto di vista dei balneari, invece, l’invasione di pietre era un problema: “Avevamo ultimato la grigliatura per eliminare i sassi più grandi ed avere soltanto sabbia fine e succede questo. Per noi è un danno non indifferente. I clienti potrebbero decidere di cambiare stabilimento. In un momento come questo non possiamo permettercelo”.

Dopo quello effettuato lunedì mattina, anche oggi l’assessore all’ambiente Emanuele Parrinello e uno dei responsabili del settore lavori pubblici hanno effettuato un sopralluogo in spiaggia per valutare il da farsi. Lo strato di sassi è stato in parte coperto dalla sabbia depositata dal mare, ma nonostante l’occultamento le spiagge necessitano ugualmente di una ripulitura. Per questo motivo, il Comune ha concesso ai balneari il proprio benestare per una nuova grigliatura volta a rimuovere i materiali più grossi. L’operazione dovrebbe prendere il via domani.

Allo stesso modo, sarà anche sistemata la spiaggia libera adiacente alla spianata sotto Capo Santo Spirito, che si trova da tempo in condizioni non ottimali.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.