IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Alla Marina di Loano si festeggiano i vent’anni di “Amitiè Sans Frontieres” di Savona

E' un’associazione internazionale a scopo umanitario fondata nel Principato di Monaco

Loano. Amitiè Sans Frontieres Service, club gemello di Savona, compie 20 anni. La serata di gala si è tenuta al ristorante “Zeffirino” alla Marina di Loano e ha visto la partecipazione del presidente internazionale e fondatrice Regine Vardon West , del presidente Asf Italia Francesco Busso ed una nutrita rappresentanza di club italiani.

Il presidente del Club Asf Savona Giuliano Miele ha riassunto la storia del Club che fu fondato a Savona nel 1995 da Gianfranca Tempestini con atto del notaio Stefania La Faja. Negli anni si sono susseguiti alla presidenza: Gianfranca Tempestini, Fulvio Corallo, Enrica Simone Miele, Roberto Minerdo, Rosemarie Traverso e attualmente Giuliano Miele. Tutti i past president erano presenti alla serata,molto partecipata.

Amitiè Sans Frontieres è un’associazione internazionale a scopo umanitario fondata nel Principato di Monaco da Regine Vardon West ed il presidente onorario a membro attivo del club è Sua Altezza Serenissima il Principe Sovrano Alberto II di Monaco.

Scopo della serata è stato quello di una raccolta fondi a sostegno dell’Unhcr in partenariato con l’Alto Commissario delle Nazioni Unite per i rifugiati “Soccorso ai Bambini Siriani, abbandonati nei campi profughi” e dell’Associazione Onlus “Cresci” a favore del reparto pediatrico di Savona.

Il presidente Miele ha sottolineato quelli che sono i principi base dell’associazione che si riassumono in giustizia, tolleranza, amicizia.

Nel corso di questi ultimi anni l’Associazione ha raccolto fondi per: Amici del centro oncologico Bianucci, Caritas Diocesana Savona, Croce Rossa Italiana, Presidio nella Repubblica Centrafricana, Casa di accoglienza delle suore della notte di Suor Maria Vittoria Zanette, Fondazione Slow Food a favore della biodiversità a sostegno del presidio di I Kelabit, Sarawak in Malesia, costruzione di un centro di accoglienza per bambini orfani nella città di Banda Aceh colpita dallo tsunami, Scuola Tennis di Garlenda per diversamente abili abbattimento barriere architettoniche,Terremoto in pakistan, a favore di Cresci reparto Pediatrico di Savona, campo profughi di Kalama in Darfour, Parrocchia di Garlenda oratorio per i giovani, a favore Progetto Abruzzo soccorso sisma 2009, Progetto Renzino Astengo nelle scuole, casa famiglia “la Gabbianella”, contributo per ambulatorio Santa Corona oncologia, a favore di ADSO Savona Onlus, buoni pasto scolastici per famiglie indigenti, Cav centro aiuto per la vita Savona, Croce Bianca Albenga defibrillatore, attrezzature palestra scuola di Garlenda.

Negli ultimi 9 anni l’importo totale dei fondi distribuiti in Italia ammonta a 56 mila euro.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.