IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Corsi sugli antichi mestieri artigiani, lunedì in visita nel savonese l’assessore regionale Rossetti

Savona. Lunedì 20 gennaio, dalle ore 9.30, l’assessore alla formazione e al bilancio della Regione Liguria, Pippo Rossetti sarà a Savona per visitare i corsi dedicati agli antichi mestieri artigiani della tradizione ligure.

Dalle 9.30 alle 11 sarà alla Scuola Edile di via Molinero a Savona per l’avvio del corso di muretti a secco; dalle 11 alle 12 farà tappa al corso di falegnameria all’Aesseffe. Dalle 12 alle 14 sarà all’Isforcoop per il corso di sartoria in via Baracca 1 e dalle 14.30 alle 15.30 al corso di falegnameria all’Aesseffe di via Piave a Vado Ligure, quindi dalle 16 alle 17.30 visiterà il corso di pianificazione della Confartigianato in via Valletta S. Cristoforo 24, sempre a Savona. La maratona si concluderà con l’incontro nella sede di Confartigianato Savona in piazza Mameli.

I corsi sugli antichi mestieri hanno preso il via ad ottobre nelle province di Genova, Savona e Imperia. In totale 13 progetti finanziati dalla Regione Liguria con 2 milioni, attraverso il Fondo sociale europeo: dalla sartoria, alla falegnameria, dalla lavorazione orafa della filigrana, alla lavorazione artigianale della carta, dalla manutenzione del territorio alle composizioni floreali, dalla lavorazione dei metalli a quella della cioccolata per aiutare i giovani ad accedere al mercato del lavoro riscoprendo antichi mestieri artigiani della tradizione ligure.

139 gli allievi coinvolti, 54 in provincia di Genova, 58 in provincia di Savona e 27 in provincia di Imperia, di età superiore ai 18 anni, tra disoccupati, inoccupati e in mobilità in corsi della durata  di 600 ore delle quali circa 300 destinati a stage e tirocini formativi, sia in Liguria che fuori regione.

“L’obiettivo – spiega Rossetti – è quello di aiutare il ricambio generazionale attraverso il trasferimento delle competenze proprie degli artigiani, favorendo la creazione di microimprese e dando così alla possibilità di tenere in vita i mestieri tradizionali a rischio di estinzione”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.