IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Loano, presentato il Piano Urbano del Traffico: ecco la nuova viabilità fotogallery

Dall'accesso da Borghetto al ruolo di via Pascoli e via Pontassi, tutte le modifiche previste

Loano. Si propongono di “risolvere” i nodi caratterizzati da una forte incidentalità e trovare alternative viarie in grado di snellire il traffico le novità previste nel nuovo Piano Urbano del Traffico elaborato dal Comune di Loano insieme all’assessorato e al comando della polizia locale e predisposto dall’architetto Danilo Odetto in collaborazione coni Paolo Ruffino e Alessio Grimaldi di Decisio.

Una delle prime riguarda l’accesso a Loano dal territorio di Borghetto Santo Spirito, divenuto particolarmente rilevante da quando, nel 2005, è stato aperto il nuovo casello autostradale. Attualmente l’accesso a Loano avviene attraverso la stretta via Pontassi, situata al termine della tangenziale di Borghetto (cioè via Leonardo da Vinci). Ciò comporta non solo rallentamenti al transito nell’intera zona in caso di flussi veicolari molto cospicui, ma anche un aggravio di traffico per Borghetto stesso nel caso di immissioni dirette sull’Aurelia.

Per risolvere queste criticità il Put prevede la realizzazione di un raccordo della lunghezza di circa 200 metri (comprendente un ponte su rio Casazza) che consenta di: accelerare il raggiungimento dei quartieri alti di Loano a partire da quelli lungo via dei Gazzi; ridurre il carico di traffico su via Pontassi e sulla tratta ovest dell’Aurelia e nelle strette traverse a monte di queste arterie; definire le percorrenze a ridotta velocità (30/40 chilometri orari) a delimitazione di quartieri calmierati.

Loano, il nuovo Piano Urbano del Traffico

L’ipotesi dell’accesso a monte da Borghetto potrebbe rafforzare il ruolo di via Pascoli come asse di penetrazione verso via dei Gazzi, tra l’altro nell’ottica di raggiungere il nodo (già ben marcato) presso la farmacia di via Gazzi. Per accentuare il ruolo di via Pascoli che asse di scorrimento locale, si è pensato di realizzare una minirotonda di diametro ridotto sull’incrocio tra via Alfieri e via Pascoli per accentuare l’effetto di porta di ingresso alla potenziale “Zona 30” di via Alfieri e alla “Zona Poeti”. La rotonda sarebbe dotata di marciapiedi larghi, connessioni pedonali migliorate e arredo urbano.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.