IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La giovane pianista Lucrezia di Finale Ligure presenta il suo album a soli 13 anni

Presentata dal Maestro Alberto Luppi Musso, Lucrezia Ferrari è pronta a pubblicare il suo primo album

Finale Ligure. Sta per uscire l’album di esordio di Lucrezia Ferrara, giovanissima pianista di Finale Ligure. Dalla classica di Chopin e di Schubert, alle composizioni originali del pianista genovese Alberto Luppi Musso, che spaziano dal jazz alla milonga, fino al soul e all’r’n’b di Stevie Wonder, passando anche per il raffinato cantautorato rock-pop di Elton John, Lucrezia, fiera e determinata, è pronta a dimostrare al mondo che la sua espressività tecnica e artistica può contare davvero tante frecce al suo arco.

Lucrezia “si racconta” a 360°: l’amore per la musica e il pianoforte, il percorso di studi, le passioni e gli interessi. Ricordiamo infatti che Lucrezia ha solo 13 anni, raggiungendo alla sua giovane età, un traguardo che tutti i giovani artisti vorrebbero conquistare.

Partiamo dai primi passi: tutto è iniziato con il suo rapporto di collaborazione con il compositore genovese Alberto Luppi Musso. L’incontro è stato casuale, durante la manifestazione finalese Fili & Abbracci, dove Lucrezia ha incontrato Luppi Musso sul palco e dopo la sua performance, ha deciso di presentarsi, rivelando la sua passione per il piano. In breve, il maestro l’ha accolta, facendola diventare una dei suoi “Luppini“, come chiama affettusamente i suoi giovani e i giovanissimi allievi.

Alla fine, è stato proprio il Maestro che l’ha aiutata, valutando quali esecuzioni fossero migliori per costruire l’album, scegliendo quelle non solo migliori a livello tecnico, ma anche quelle che “semplicemente” piacevano di più ad entrambi.

La giovanissima artista studia tutti i giorni, almeno due o tre ore giornaliere, ma i suoi gusti musicali non si limitano al piano, anzi. Come dice lei strssa “Sono sempre stata curiosa, certa musica classica già mi incuriosiva, anche se certamente ho iniziato ad apprezzarla davvero con la guida del mio Maestro. Comunque ho gusti vasti, ascolto un po’ di tutto.”  Ed è proprio il suo maestro che racconta delle grandi espressività comunicative della giovane, affermando commosso che potrebbe diventare la prossima Hélène Grimaud.

Tuttavia, il Maestro Luppi Musso è molto moderato, sopratutto con giovanissimi talenti come Lucrezia, prediligendo non buttarla su un palco in maniera precipitosa: il suo sarà un inizio graduale, magari con qualche brano o due in apertura ai suoi concerti, sperando sempre che questo album abbia successo. E Lucrezia che piani ha? tra 10 anni, come si immaginerà? E da buona artista, la sua risposta non poteva che essere: “Sinceramente? Spero su un palco”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.