IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albenga, ripascimenti strutturali e interventi sui moli: inizia la rivoluzione in viale Che Guevara foto

Approvato il Progetto di Fattibilità per gli interventi necessari per proteggere l'arenile

Albenga. È stato approvato ieri dalla giunta di Albenga il progetto di fattibilità tecnico-economica redatto da Paolo Gaggero e relativo agli “Interventi di carattere strutturale e stagionale a consolidamento e potenziamento dell’arenile a nord del fiume Centa fino al confine comunale”, ammontante a quasi 5 milioni di euro (4.930.000 euro).

Con questo atto l’amministrazione comunale “vuole promuovere le attività finalizzate alla manutenzione e potenziamento dell’arenile con particolare attenzione alle risorse e alle attività turistiche, attraverso interventi di carattere strutturale (sui moli) e stagionale (ripascimenti) per il consolidamento delle spiagge”.

Afferma il presidente del consiglio comunale Diego Distilo che, in veste di ex candidato sindaco aveva puntato molto in campagna elettorale sulla rivalutazione di viale Che Guevara: “L’amministrazione Tomatis sta andando nella direzione che avevamo condiviso su viale Che Guevara. Il primo passo era stato fatto dall’ex sindaco Cangiano il quale aveva preso in considerazione il progetto. La giunta Tomatis ieri l’ha approvato dandovi seguito. Ora toccherà alla parte tecnica lavorare per rivalutare a pieno questa zona della Città.”

“Creeremo un nuovo waterfront che renderà viale Che Guevara sempre più turistico e attrattivo. Certo ci vorrà ancora tempo, ma questi primi passaggi evidenziano, da un lato come stiamo dando seguito alla programmazione pronosticata in campagna elettorale e, dall’altro il desiderio di questa giovane amministrazione di pensare allo sviluppo di Albenga nei prossimi 30 anni”, conclude Distilo.

Il sindaco Riccardo Tomatis prosegue: “Questo è il punto di partenza di un percorso che si prevede ancora lungo, ma che va nella direzione della valorizzazione del nostro mare attraverso il miglioramento delle spiagge. Si tratta di un passaggio, quello dell’approvazione in giunta dello studio di fattibilità, necessario per partecipare ad un bando di gara che vedrà l’assegnazione di fondi finalizzati a trasformare la progettazione da preliminare a definitiva/esecutiva”.

Conclusione affidata al presidente dei Bagni marini Berardo Zanelli: “Lo studio viene approvato nella sua completezza perché questo è l’unico modo per fare in modo che, successivamente vengano approvati e finanziati i singoli stralci degli interventi”.

“Le previsioni di carattere nazionale e mondiale effettuate dagli scienziati e da parte di chi studia il clima vedono un aumento di fenomeni quali mareggiate e intemperie stagionali che possono fortemente danneggiare il nostro litorale. Per questo dobbiamo pensare di realizzare infrastrutture a mare che possano proteggere la costa”.

“Congiuntamente ai moli è necessario anche il ripascimento strutturale (che prevede almeno da 50 a 80 metri cubi ogni metro lineare), solo in questo modo potremo andare incontro più serenamente a questo cambiamento climatico. Auspico che questo possa essere il primo parto per arrivare alla realizzazione di un progetto strutturale per le nostre spiagge anche con l’aiuto anche della Regione”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.