IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

L’Atletico MaDrink brinda nella coppa del 14° Open Provinciale di Volley fotogallery

Seconda posizione per gli Ama-Tori Celle; terzo il Pichincha Wime

Varazze. Era dalla vittoria dello Squadrone Avvoltoi del 2012 che la coppa del torneo non tornava nella bacheca del B.C. Varazze Swindlers, organizzatore dell’Open Provinciale di Volley giunto alla 14ª edizione. È stato l’Atletico MaDrink guidato da Federica Bianco a riportare nella città del levante savonese il trofeo, al termine di un torneo che ha impegnato le migliori compagini pallavolistiche amatoriali miste della provincia.

La finale, disputata come da tradizione a Varazze, ha visto l’Atletico MaDrink imporsi 3-0 (25-23; 28-26; 25-18) sugli Ama-Tori Celle in un incontro più equilibrato di quanto dica il punteggio. Primo set in bilico anche se con i varazzini quasi sempre avanti, ma è stato il secondo parziale a rivelarsi decisivo con i cellesi a guidare a lungo le danze senza riuscire ad avere lo spunto per avvantaggiarsi in maniera significativa; non essere riusciti a concretizzare il set point sul 26-25 è sembrato determinare non solo le sorti del set, ma quelle dell’intero incontro poi scivolato senza altri scossoni nelle mani dell’Atletico MaDrink. La partita è stata diretta ottimamente dall’arbitro Antonio Colasante di Borghetto che, assieme ai capitani delle altre squadre presenti, ha anche premiato quali migliori giocatori della finale i due fratelli Emanuele e Federica Bianco.

L’Atletico MaDrink non era giunto ai playoff da favorito: dopo avere dominato la prima parte della regular season, l’infortunio che aveva messo fuori gioco Lorenzo Goria, elemento eclettico in grado di garantire grande varietà di soluzioni, aveva tolto certezze e portato a tre sconfitte consecutive proprio contro le altre semifinaliste. Rimarchevole quindi la capacità di ridisegnare i ruoli in campo e ritrovare la convinzione per imporsi. L’organico dei varazzini era composto da Federica Bianco, Roberto Scavarda, Francesco Colombo, Emanuele Bianco, Ilaria Cappelletti, Chiara Sala, Gernando Bianco, Valeria Saettone, Lorenzo Goria, Alessandro Brusa e Marina Piombo. Gli Ama-Tori Celle hanno schierato Liliana Bottero (capitano), Raffaele Blundo, Lino Vicino, Fabio Caviglia, Roberto Guglielmi, Luciano Venturino, Guido Rossi, Daniela Noè, Elisa Negrotti, Alessandro Corso e Luca Bolcano.

Due entusiasmanti semifinali, entrambe terminate al tie-break, avevano fatto da prologo a questo incontro; nella prima l’Atletico MaDrink si era imposto sull’Under 99 Finale, mentre nell’altra l’Ama-Tori Celle aveva conquistato il passaggio del turno violando il campo del Pichincha Wime. La squadra di Josè Pluas era poi riuscita a salire sul terzo gradino del podio battendo i finalesi di Gianni Sambarino sempre per 3-2, ad ulteriore dimostrazione dell’equilibrio del campionato.

Nelle posizioni di rincalzo le altre due compagini varazzine, con la D’annata Squadra guidata da Roberto Craviotto che ha superato nel derby valevole per la quinta piazza il Manzoteam di Alessandro Arecco. Ritorna in val Bormida il poco ambito cucchiaio di legno destinato alla squadra giunta ultima, ma è doveroso segnalare la grande sportività con cui gli Amatori Carcare hanno affrontato il torneo.

Sono stati anche assegnati i premi individuali riferiti all’intero torneo sulla base delle segnalazioni fatte dagli arbitri al termine di ogni singola partita; sono andati ad Enrico Colonna dell’Under 99 Finale (miglior alzatore), a Claudia Lemme del Pichincha Wime (migliore difesa), ad Elena Ferrando del Manzoteam (miglior attacco femminile) e ad Emanuele Bianco dell’Atletico MaDrink (miglior attacco maschile).

Dopo la premiazione degli atleti e di tutte le squadre partecipanti, vi è stato come di consueto un piccolo rinfresco offerto ai giocatori ed a tutto il pubblico presente, quest’anno accorso in numero superiore al solito, presumibilmente per la presenza in finale di due compagini della zona. Gli organizzatori hanno confermato che anche nella prossima edizione si cercherà, per quanto possibile, di mantenere un livello omogeneo al fine di garantire equilibrio e conseguentemente un torneo con poche partite dal risultato scontato.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.