Animali selvatici in difficoltà, è emergenza: l'Enpa cerca volontari - IVG.it

Animali selvatici in difficoltà, è emergenza: l’Enpa cerca volontari

gabbiano soccorso da altri gabbiani

Savona. Dieci merli, quattro gazze, tre gabbiani reali, due passeri, due tortore, due colombi, una ghiandaia, tutti caduti dal nido; sei gabbiani reali, tre colombi, un pipistrello, un riccio, una tortora, una cincia, un luì, un passero, un rondone ed una cannaiola, feriti o con difficoltà varie. Quarantuno animali selvatici raccolti in tre giorni tra Savona, Val Bormida e Finalese dai volontari della Protezione Animali, cui vanno ad aggiungersi una quindicina di soggetti, egualmente feriti, nidiacei o in difficoltà, soccorsi nell’Albenganese.

E sarà così fino ad agosto. Ogni animale deve essere curato se ferito o malato, alimentato più volte al giorno se nidiaceo, accudito e sorvegliato; un lavoro immenso che viene svolto da sempre pochi volontari che frequentano ogni giorno e per molte ore al giorno, dalla mattina presto alla sera tardi, la sede savonese dell’Enpa in via Cavour 48r.

“La maggioranza delle persone amano gli animali e non sopportano che un volatile ferito rimanga ad agonizzare in mezzo alla strada o su una spiaggia – spiegano i volontari dell’Enpa -, ma da qui ad occuparsene ce ne passa e ben pochi accettano di portarlo e quasi nessuno di aiutare i volontari nel curarlo ed accudirlo. Ma è troppo comodo amare gli animali e non sacrificare qualche per loro, lasciando ai volontari dell’Enpa i compiti più gravosi”.

“L’associazione, lasciata sola dalle istituzioni pubbliche in questa emergenza animale (il compito è affidato dalla legge alla Provincia ma altri enti non muovono un dito per aiutare), rivolge quindi un accorato appello a quanti amano davvero gli animali: occorrono volontari che affianchino i pochi già all’opera e dedichino il loro tempo disponibile a dare un mano – concludono -, anche portandosi a casa qualche animale da curare ed accudire dopo aver ricevuto istruzioni ed autorizzazioni”.

Chi vorrà collaborare è pregato vivamente di rivolgersi alla sede Enpa, da lunedì a sabato, dalle 10 alle 12 e dalle 17 alle 19, telefonando allo 019824735, chiedendo di Gabriella, Tina o Maria.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.