Nuova giunta di Savona, esclusa Sara Vaggi: per l’Ata potrebbe essere ineleggibile - IVG.it
Politica

Nuova giunta di Savona, esclusa Sara Vaggi: per l’Ata potrebbe essere ineleggibile

Savona. Questa mattina il primo cittadino savonese, Federico Berruti, ha presentato ufficialmente la nuova squadra di assessori. Come da rumors delle ultime settimane sono otto e non nove gli assessori del Berruti bis: “Per il momento la squadra ha un uomo in meno, più avanti vedremo se sarà necessario integrare una nuova figura” ha spiegato nel corso della presentazione Berruti.

Esclusa, come da previsioni, Sara Vaggi, destinata secondo quanto anticipato dal sindaco alla poltrona da presidente dell’Ata.

La presidenza diventerà vacante quando tra meno di un mese scadrà l’attuale cda e le nuove norme volute dal governo impediranno a Livio Giraudo di essere rieletto, colpito da una doppia incompatibilità (è il marito dell’assessore Sorgini e ha ricoperto fino a poco meno di 2 anni fa il ruolo di assessore proprio a Savona).

Ma la nuova norma, che impone tre anni di “verginità” amministrativa per poter essere nominato nelle società partecipate, potrebbe giocare un brutto scherzetto anche alla candidata in pectore, l’ex presidente della cooperativa il Faggio e prima degli eletti nella lista civica del sindaco.

Per il momento non esiste giurisprudenza a riguardo ma, essendo la Vaggi stata proclamata in data 24 maggio, ricopre a tutti gli effetti il ruolo di consigliere anche se non si è ancora svolto il primo consiglio comunale.

Questa fugace apparizione in qualità di consigliere di Palazzo Sisto potrebbe costare carissimo alla Vaggi, non solo in termini di appetibilità economica dato che la poltrona di presidente della municipalizzata porta in dote uno stipendio di quasi 40 mila euro, ma anche politici visto che non ricoprirà neanche il ruolo di consigliere, essendosi appunto dimessa da tale ruolo.

Questa norma si rivelerebbe ulteriormente come la prima grossa spina nel fianco del Berruti bis: si vedrà come il sindaco Berruti e il Partito Democratico savonese riusciranno a sciogliere la matassa.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.