IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il Pd di Loano contro la sagra dei Bomboloni Ripieni: “Un danno per i commercianti, si revochi il permesso”

Interrogazione urgente del gruppo consiliare: "Vogliamo sapere perchè la Pro Loco viene equiparata alle altre associazioni e dove finiranno i proventi"

Più informazioni su

Loano. Il gruppo consiliare Pd ha presentato un’interrogazione urgente da inserire all’ordine del giorno del prossimo consiglio comunale in merito all’autorizzazione della sagra organizzata dalla Pro Loco il prossimo 29 e 30 aprile: una manifestazione che secondo Gianni Siccardi e Giulia Tassara rappresenta in sostanza un danno per i commercianti loanesi, tanto che si spingono a chiedere la revoca del permesso.

“Apprendiamo oggi casualmente, in quanto nelle calendario primaverile del Comune di Loano a favore del turismo non appare, che la Pro-loco per il prossimo fine settimana sta programmando una sagra ‘Bomboloni ripieni’ – recita il testo – Premesso che l’iniziativa fa seguito ad altro evento (appena conclusosi nel periodo pasquale) e precede altrettante numerose ed eguali promozioni, e premesso che buona parte di questi eventi hanno il pregio di promuovere il gusto e la tradizione ligure e che i proventi derivati servono spesso ad esaltare l’eccellenza loanese nel campo della cultura, dello sport e del turismo, è però ineluttabile che tali manifestazione, collocate sempre nel fine settimana ed in occasioni dei maggiori flussi, rappresentano per il tessuto commerciale loanese un motivo di mancato introito, in un momento in cui l’amministrazione dovrebbe essere più vicina a tutte quelle strutture che generano lavoro e rappresentano in termini fiscali una delle voci più importanti del bilancio della Città”.

“Premesso quanto sopra – prosegue il Pd loanese – in termini più generali, siamo ad interrogarVi in virtù del crescente giustificato malumore se è intendimento di questa Giunta voler rivedere il calendario in questione, richiamando le associazioni ad una più pedissequa osservanza delle finalità degli avvenimenti ed ad una diversa modalità di gestione”.

Più specificatamente i due consiglieri, Gianni Siccardi e Giulia Tassara, chiedono “i motivi per cui la Pro-loco viene equiparata alle altre associazioni; le reali finalità che la Pro-loco vanta per tale iniziativa; qual’è la destinazione dei proventi derivati; quale nesso ha il settore merceologico proposto nella sagra del prossimo fine settimana”.

Infine il Pd chiede, qualora le osservazioni vengano condivise anche dalla maggioranza, “se non si ritenga, per equità, provvedere all’immediata revoca del permesso per la sagra in oggetto”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.