IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Cairo, tra il sindaco e la frazione di Ferrania rissa “virtuale” su Facebook

Un post di Briano rivolto ad un residente scatena una valanga di risentimenti contro l'Amministrazione comunale, ma lui precisa: "Solo una strumentalizzazione"

Cairo Montenotte. Dopo il Consiglio comunale di ieri sera, la bagarre tra alcuni ferraniesi e il sindaco, Fulvio Briano, prosegue su Facebook. A scatenare la rissa virtuale un post del primo cittadino in risposta ad una provocazione dell’assessore Dario Cagnone. Quest’ultimo, infatti, chiedeva ironicamente se, chi aveva applaudito durante la seduta alle dichiarazioni della minoranza che contestava il protocollo di intesa tra il Comune e la Ferrania Technologies, fosse a favore della centrale a carbone ipotizzata dall’azienda durante il mandato amministrativo in cui, tra i banchi della maggioranza, e pertanto a favore, sedeva uno dei consiglieri attualmente in opposizione.

La “battuta” di Briano è stata immediatamente captata dalla moglie di colui a cui il sindaco rispondeva per le rime, che lo invitava a cancellare il post, azione peraltro eseguita da parte del primo cittadino, seppur la schermata della conversazione sia rimasta e siano seguiti numerosi commenti solidali con il ferraniese.

screenshot FB ferrania

Nonostante l’intervento in calce di questa mattina, in cui Briano scriveva: “Ho accolto l’invito della signora Gazzano ancorché lo screenshot estrapolato dalla brutta discussione che ho avuto ieri sera dopo il consiglio comunale con il marito non spiega il contesto. Vedo che però lui continua a provocare mantenendo i suoi brutti commenti e rilanciando. Non stimo il signor Mastromei, da mesi mi provoca, ma non era mia intenzione offendere nessuno e tanto meno i ferraniesi. Quanto al merito di ciò che abbiamo fatto e stiamo facendo su Ferrania sono disponibile ad un confronto magari slegato dal clima elettorale”.

La polemica però ormai è divampata anche sul piano reale. Oltre al risentimento, molti residenti lamentano la noncuranza e la poca attenzione dimostrata negli ultimi anni per la frazione, e con il nuovo protocollo d’intesa temono successivi insediamenti industriali di forte impatto ambientale. Per questo motivo alcuni sono pronti a costituire un comitato contrario e a tutelarsi anche sul piano legale.

“Sono mesi che mi provocano e tentano di strumentalizzare ogni mia azione in un brutto clima preelettorale – ribatte Briano -. Se i ferraniesi si sentono lesi dal mio post sono io che dovrei offendermi. La mia battuta era rivolta a chi contesta tutto e tutti solo per il gusto di farlo. In merito alle loro preoccupazioni, sono pronto a dare ogni tipo di delucidazione in merito, visto che per ogni progetto futuro dovrà essere presentato e approvato dal Comune un Sua”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.