IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La cucina bianca delle alpi liguri sposa i vini della Riviera

"Liguria del gusto e quant'altro" è la rubrica gastronomica di IVG, ogni lunedì e venerdì

“Liguria del gusto e quant’altro” è il titolo di questa rubrica curata da noi, Elisa (alla scrittura) e Stefano (alle ricerche), per raccontare i gusti, i sapori, le ricette e i protagonisti della storia enogastronomica della Liguria. Una rubrica come ce ne sono tante, si potrà obiettare. Vero, ma diversa perché cercheremo di proporre non solo personaggi, locali e ricette di moda ma anche le particolarità, le curiosità, quello che, insomma, nutre non solo il corpo ma anche la mente con frammenti di passato, di cultura materiale, di sapori che si tramandano da generazioni. Pillole di gusto per palati ligustici.

elisa stefano pezzini

Che fosse un matrimonio annunciato lo si sapeva da tempo, tanto tempo. Del resto, in questi decenni, le occasioni di incontro e strizzatine d’occhi erano cosa risaputa. L’Ormeasco, ad esempio, faceva il “filo” a tante ricette delle Alpi Liguri. Così, mercoledì 2 agosto, alle 20,30 nella sede di Ortovero dell’Enoteca Regionale della Liguria, la Cucina Bianca (quella delle Alpi Liguri, appunto, a base di patate, farina, porri, latte e latticini oltre che erbe spontanee) si fidanzeranno ufficialmente con i vini della Riviera, quelli della rete di imprese Vite in Riviera. La cena curata da Vite in Riviera vede la collaborazione dell’agriturismo Cioi Longhi di Montegrosso Pian Latte ed i sommelier della delegazione Fisar di Savona e Imperia.

Il menù prevede pan fritto con formaggi primo sale di capra ai sapori di montagna, toma di capra con gelatina di vino Ormeasco e tortelli di patate come antipasti, raviore di erbe crude di Montegrosso Pian Latte (ricetta che ha la De.Co, la denominazione comunale) come primo, coniglio all’Ormeasco come secondo e come dolce le sciumette. Il tutto abbinato ai vini liguri Doc e Igp prodotti dai viticoltori della rete Vini in Riviera. Il costo della serata è di 35 euro a persona, con prenotazione al 3402546051 (Gianni) o 3493201960 (Jacopo).

Ed ecco le 25 aziende (producono i 2/3 del vino nel Ponente) aderenti alla Rete Vite in Riviera: A Maccia (Ranzo), Anfossi (Bastia d’Albenga), Arnasco (Arnasco), BioVio (Bastia), Bruna (Ranzo) Cantine Calleri (Salea d’Albenga), Feipu dei Massaretti (Bastia), Cascina Nirasca (Pieve), Cascina Praiè (Andora), Coop Olivicola (Arnasco), Durin (Ortovero), Enrico Dario (Bastia), Foresti (Camporosso), Guglierame (Pornassio), Innocenzo Turco (Quiliano), La vecchia cantina (Salea), Lombardi (Terzorio), Gracale (Sanremo), Poggio Gorleri (Diano Marina), Ramoino (Chiusavecchia), Sommariva (Albenga), Maffone (Pieve di Teco), Torre Pernice (Albenga), Vio Claudio (Vendone), Viticoltori ingauni (Ortovero).

Liguria del Gusto è la rubrica gastronomica di IVG, con uscite al lunedì e al venerdì: clicca qui per leggere tutti gli articoli

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.