IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Le scuole medie di Albissola Marina non smettono di stupire: dopo la sezione blu, ecco quella verde

Dopo un anno di sperimentazione, sarà confermata una sezione dedicata all’approfondimento del nostro splendido territorio

Più informazioni su

Si possono alternare le ore di studio in classe ad attività pratiche “sul posto”? Esse riusciranno ad appassionare i giovani studenti? Ecco la nuova sfida che si è prefissata la scuola secondaria di primo grado albissolese, che spera di ottenere un grande successo come quando, quattro anni fa, lanciò il “progetto blu”, dedicato al mare, alle sue peculiarità e al potenziale lavoro che esso può generare.

Golf, escursionismo, gite in bicicletta ed approfondimenti di biologia sono stati testati con grande successo durante lo scorso anno scolastico e, adesso, grazie anche alla disponibilità espressa dai docenti, il progetto può trasformarsi in realtà.

Abbiamo cercato di sapere qualcosa in più parlando con il vice-preside dell’istituto, il professor Parodi. Da lui ci sono state illustrate tutte le idee e le attività che verranno proposte durante il nuovo anno scolastico, permettendo ai ragazzi di varcare il portone della scuola con una dose maggiore di entusiasmo e curiosità.

Per mettere in pratica questa iniziativa è stata scelta la sezione B dal momento che, le sezioni A e C, erano e sono rispettivamente, quella con didattica “2.0” e quella “blu”.

Il progetto si presenta agli interessati con due cavalli di battaglia, che consistono nell’escursionismo e negli approfondimenti di biologia, questi ultimi condotti con successo dalla professoressa Primerano, insegnante di scienze e matematica.

L’idea iniziale della docente era quella di suddividere le attività in base alle classi in cui si sarebbero trovati gli alunni, con la 1B che avrebbe dovuto affrontare esperienze legate al settore primario, la 2B al settore secondario e la 3B al settore terziario. Il pensionamento della docente però, non permette al vice-preside di indicarci con certezza se questa modalità verrà mantenuta anche per i prossimi anni.

La stessa cosa vale per l’attività di golf proposta dal professor Maranzano, che potrebbe essere sostituita, ad esempio, dall’arrampicata.

Le scuole medie di Albissola Marina non smettono di stupire: dopo la sezione blu, ecco quella verde

Sicuramente però, per permettere ai ragazzi di sperimentare quanto appreso dai testi scolastici, la scuola creerà un laboratorio di biologia. L’aula che lo ospiterà è già stata individuata e, grazie anche ai fondi messi a disposizione dal comune di Albissola Marina, l’edificio avrà un proprio spazio dove gli alunni potranno effettuare i loro esperimenti.

Le scuole medie di Albissola Marina non smettono di stupire: dopo la sezione blu, ecco quella verde

Altro perno di questa iniziativa è rappresentato dalle attività di camminata, con cui gli alunni potranno scoprire le peculiarità del nostro splendido territorio e le caratteristiche che lo contraddistinguono. Altre uscite didattiche estremamente interessanti sono state quella alla diga del Lago di Osiglia e all’industria Bitron, che produce componentistica per automobili.

Le scuole medie di Albissola Marina non smettono di stupire: dopo la sezione blu, ecco quella verde

Stimolanti sono state anche le attività svolte con il CEA. I ragazzi hanno creato dei modellini con il cartone riciclato e, su di essi, hanno applicato dei piccoli pannelli solari, analizzando poi con un’esperta e con la professoressa di tecnologia come poter sfruttare al meglio le energie rinnovabili.

Il professor Parodi, ci ha rivelato che spera di riuscire ad instaurare presto anche una collaborazione redditizia con la Forestale o con Confagricoltura, dal momento che, per quanto riguarda il progetto blu, un grande valore aggiunto è dato dal rapporto e dallo scambio di informazioni con la Capitaneria di Porto, la LNI e altri vari soggetti. Per poter offrire attività sempre più appassionanti e variegate anche alla sezione verde, analoghe partnership con persone legate al territorio sarebbero l’ideale.

Per quanto riguarda le altre materie, arte e immagine potrebbe ad esempio ereditare le esperienze accumulate durante le uscite e rielaborarle in tavole con disegni ricchi di paesaggi caratteristici.

Francese ed inglese invece, potrebbero cercare di pubblicizzare il territorio con depliant e brochure che illustrino tutti i punti di forza e le caratteristiche principali della fauna e della flora ligure.

Il vice-preside ha tenuto a sottolineare che il normale corso delle lezioni non sarà variato. Questo sarà possibile grazie ai nuovi docenti di potenziamento in arrivo nell’istituto che, tra i compiti, avranno quello di accompagnare gli alunni nelle gite, oppure di svolgere alcuni approfondimenti nelle classi rimaste “scoperte”.

Sbirciando nel calendario preparato per l’imminente anno scolastico, per la classe seconda si possono notare attività interessanti come il progetto “Fabbriche Aperte” e le visite ad aziende produttrici di diversi prodotti tipici liguri come il chinotto, gli amaretti e il miele. Per la classe prima invece, l’uscita più accattivante dovrebbe essere la visita ad un caseificio.

Insomma, la sezione verde sembra ormai decisamente avviata e, adesso, la scuola punta ad ottenere un altro successo, lanciando ancora una volta un’iniziativa interessante e stimolante.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.