IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ultimo e il suo rapporto con i giornalisti

Le dure parole di Ultimo rivolte ai giornalisti in un video su Instagram

Più informazioni su

“Faccio questo video perché sto leggendo un sacco di articoli pieni di cattiverie. Innanzitutto voglio ringraziare tutte le persone, e sono tante, al contrario di ciò che dicono i giornalisti, che mi stanno mandando messaggi di sostegno”. Inizia così il discorso su Instagram di Ultimo rivolto ai giornalisti dopo la vittoria di Mahmood al Festival di Sanremo grazie ai voti delle giurie nonostante il televoto avesse premiato proprio Ultimo.

“Il discorso che faccio è molto semplice – spiega – Il Festival di Sanremo dà l’opportunità di votare da casa, spendendo dei soldi. Noi siamo riusciti ad arrivare al 46,5% del televoto, mentre un altro artista arriva al 14%. Ecco, questa differenza di più del 30%, viene ribaltata dal giudizio di giornalisti. Gli stessi giornalisti che, all’annuncio del terzo posto del Volo, esultano come fossero allo stadio lanciando insulti verso questi ragazzi. Gli stessi giornalisti che mentre parlo io gridano frasi del tipo ‘vattene a casa’. Ecco, come è possibile che i voti del pubblico, ed è lui che sceglie gli artisti, non i giornalisti, siano ribaltati dalla giuria d’onore e da otto persone che con la musica c’entrano molto poco?”.

“Mi viene da pensare – prosegue – che questo non è il Festival scelto dal popolo, bensì il festival dei giornalisti. A questo punto non fate pagare la gente per quattro serate, perché se poi un artista riesce ad avere più del triplo dei voti di un altro artista, questa differenza non può essere ribaltata da otto persone e trenta giornalisti. Io, in prima persona, sono molto dispiaciuto e vi chiedo scusa. Detto questo, non ne parlerò più. Chiuderò questa pagina e ne aprirò altre più belle. Vi voglio bene”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.