IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Torna lo spettacolo della MotoGP, Dovizioso subito protagonista; il calcio sta cambiando, termineranno le polemiche? foto

Il gioco più amato del mondo continua la sua evoluzione con l’introduzione di alcune nuove regole, mentre una gara condotta in maniera sublime ha consegnato al pilota della Ducati il primo trionfo stagionale

Più informazioni su

È tornato lo spettacolo della MotoGP: Dovizioso subito protagonista. Il calcio cambia, termineranno le polemiche?

Nuove regole. “Quello era fallo netto, l’ha toccata con la mano, come ha fatto l’arbitro a non fischiarlo?” “Cosa dici, era involontario”. Vi presentiamo la classica discussione di due tifosi davanti ad un cornetto ed un cappuccino il lunedì mattina che, nel bar di fiducia, iniziano infinite analisi sulla decisione più controversa del weekend.

Poniamoci adesso una domanda: sarebbe così bello ed affascinante il gioco del calcio senza le polemiche e gli sfottò che animano le giornate dei tifosi? Tutti noi sogniamo la partita perfetta della nostra squadra del cuore ma, se questo non accade, spesso attribuiamo la colpa ai direttori di gara o alla Var.

Ecco, proprio quella tecnologia introdotta recentemente per aiutare i fischietti a prendere le decisioni corrette è oggetto della rabbia delle persone che, probabilmente, per prendersela con gli arbitri preferivano il celeberrimo “processo del lunedì”.

Il calcio odierno però sembra molto diverso da quello di quei periodi e, per migliorarlo ulteriormente, l’IFAB (l’International Football Association Board) ha deciso come ogni anno di cancellare, introdurre o modificare alcune regole.

La prima recita che, in vista della stagione 2019/2020 i calciatori, prima di scendere in campo, dovranno legarsi le braccia dietro la schiena perché, da quel momento, i falli di mano, saranno sempre sanzionati. Questo sembra emergere dal comunicato rilasciato, anche se la notizia riportata è in realtà goliardica.

È vero, il tasso di attenzione dovrà essere maggiore perché, in caso di rete viziata da un tocco con l’arto pensile (del goleador o dell’assist-man), essa verrà annullata senza che l’arbitro debba valutare la volontarietà o meno. Legarsi le braccia sembra però eccessivo. Lo stesso metodo di giudizio verrà applicato in area di rigore con una differenza: se il braccio sarà parallelo al corpo, il famigerato tocco potrà ancora essere valutato come casuale e quindi non sarà sanzionabile.

La regola in questione sembra essere giusta, ma la sua spiegazione potrebbe comunque portare a dei fraintendimenti da parte dei direttori di gara e dei tifosi.

Altre due nuove norme introdotte, che appaiono estremamente corrette, sono quella relativa alle sostituzioni e quella sui giocatori presenti in barriera.

Per quanto riguarda la prima, il suo scopo è quello di abolire le perdite di tempo dal momento che, dalla prossima stagione, l’arbitro potrà invitare gli atleti ad uscire dalla parte del campo a loro più vicina, senza più passare quindi dal centrocampo.

La seconda invece imporrà a diversi allenatori di rivedere le loro tattiche sui calci di punizione. La squadra in attacco infatti, non potrà più schierare i propri giocatori nella barriera avversaria per coprire maggiormente la visuale del portiere, perché questi dovranno mantenere da essa almeno un metro di distanza.

È tornato lo spettacolo della MotoGP: Dovizioso subito protagonista. Il calcio cambia, termineranno le polemiche?

Nell’annata 2019/2020 si presume anche che gli arbitri sventoleranno in faccia ad allenatori “roventi” come Gattuso e Klopp dei cartellini gialli. Il nuovo protocollo prevede infatti questa sanzione per i mister che contesteranno platealmente le decisioni dei direttori di gara.

Infine non dobbiamo dimenticare che, i portieri, potranno tenere solo un piede sulla linea in occasione dei calci di rigore e non più due come precedentemente previsto. Sempre gli estremi difensori dovranno ricordarsi che la palla, nelle rimesse dal fondo, sarà considerata in gioco anche se rinviata all’interno dei confini della propria area.

È tornato lo spettacolo della MotoGP: Dovizioso subito protagonista. Il calcio cambia, termineranno le polemiche?

Nessuno sconvolgimento invece per quanto riguarda la Var, che continuerà ad essere utilizzata nella stessa maniera.

Il gioco del calcio sta cambiando, evolvendosi ed esplorando nuovi orizzonti. L’IFAB, con queste nuove regole sta cercando di migliorarlo per mantenerlo al passo con i tempi, ma riuscirà ad impedire le polemiche relative alle decisioni arbitrali? Limiterà le perdite di tempo ed i fastidiosi escamotage delle formazioni oppure esse riusciranno ad architettarne di nuovi? A voi il giudizio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.