IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Dall’emozionante cosmo al drammatico Mediterraneo, Brexit, shutdown e Battisti

Se domani mattina dovrete svegliarvi alle 6.00, potreste imbattervi in una spettacolare "luna rossa"

COSMO
La fine del 2018 e l’inizio di questo 2019 sono stati decisamente emozionanti per quel che riguarda l’esplorazione spaziale e l’astronomia. Sul finire dell’anno passato la sonda Mars Express dell’ESA (European Space Agency) ha messo insieme alcuni dei fotogrammi che ha avuto occasione di scattare durante il suo viaggio intorno a Marte, ciò che ne è uscito è stato epocale: nel cratere Korolev sulla superficie del pianeta rosso c’è un lago ghiacciato di 82 kilometri di diametro.

Proprio nelle primissime ore del nuovo anno, invece, la sonda statunitense New Horizons in viaggio da più di 12 anni, riusciva a sorvolare da vicinissimo il corpo celeste più lontano che l’umanità abbia mai avuto occasione di osservare in dettaglio. Si tratta di Ultima Thule una cometa di circa 30 kilometri di diametro e a forma di arachide che si trova a 6,4 miliardi di kilometri dal Pianeta Terra. Poche ore dopo è toccato alla sonda cinese Chang’e-4 entrare nella storia per almeno due volte: è la prima sonda che riesce ad atterrare sul “lato oscuro” della Luna (quello che dalla Terra non vediamo mai a causa della rotazione del nostro satellite), e grazie alla sua “Earth Chamber” (una specie di pentola a pressione sigillata) è riuscita a far germogliare una piccola piantina di cotone che però purtroppo è morta poche ore dopo. Si tratta comunque un “grande passo per l’umanità” e per la ricreazione su altri corpi celesti di un mini ecosistema terrestre: fondamentale per supportare possibili futuri insediamenti umani lontano da casa. Ma non è ancora finita, dalle 3.30 di stanotte si potrà assistere ad una eclissi lunare totale il cui apice si avrà intorno alle 6.00 e che sarà visibile in tutta Italia.

Inoltre, questo è il periodo in cui la Luna è leggermente più vicina alla Terra ed appare quindi più grande. Se non riuscirete a godervi lo spettacolo, potrete sempre recuperarlo alle ore 18.00 di domani grazie all’Associazione Astrofili Orione che mostrerà le fotografie dell’eclissi nell’ambito dell’evento “Eclissi e nascita del metodo scientifico” presso la libreria Ubik di Savona.

BREXIT E SHUTDOWN
Nessuna sostanziale buona notizia dai due “main event” politici del mondo occidentale. Lo shutdown statunitense (ovvero la “chiusura” del Governo e il non-pagamento degli stipendi dei dipendenti pubblici a causa della mancata approvazione del budget federale incagliatosi sui fondi da destinare alla costruzione del muro con il Messico) è diventato ufficialmente il più lungo nella storia degli Stati Uniti. Con i democratici che hanno respinto anche l’ultima proposta di compromesso di Donald Trump (per la verità ideata senza considerarli), la soluzione dello shutdown non sembra possa arrivare nei prossimi giorni.

Nel Regno Unito, invece, il Parlamento ha bocciato l’accordo faticosamente raggiunto con l’Unione Europea da Theresa May per una “brexit ordinata”. Ora lo scenario di una “no-deal brexit” (cioè una brexit senza accordo) si fa più drammaticamente concreta.

CESARE BATTISTI
Dopo 37 anni di latitanza è stato finalmente riconsegnato all’Italia Cesare Battisti, terrorista condannato all’ergastolo per 4 omicidi. Era da anni rifugiato in Brasile ma con il nuovo Presidente di estrema destra Jair Bolsonaro è stato costretto a lasciare il Paese e a cercare riparo nella vicina Bolivia di Evo Morales (presidente di estrema sinistra) dove è stato però catturato. In poche ore è stato riconsegnato finalmente all’Italia e ha cominciato a scontare la sua pena nel carcere di massima sicurezza di Oristano.

MIGRAZIONI
Ieri a 50 miglia dalle coste libiche è naufragato un gommone carico di migranti, ne sono morti almeno 117. Il gommone era stato avvistato da un aereo della Marina Militare italiana che ne aveva segnalato la posizione alle autorità libiche responsabili delle operazioni in quel tratto di mare. Nonostante la vicinanza alla costa i libici non sono riusciti ad intervenire ed hanno reindirizzato sul luogo del naufragio un mercantile liberiano a 7 ore (!) di navigazione. Appena arrivato nel luogo segnalatogli non ha trovato più nulla. Le poche imbarcazioni delle ONG che ancora riescono ad operare si trovavano invece ad almeno 10 ore di navigazione dal luogo dell’affondamento. Gli unici 3 sopravvissuti sono stati recuperati circa 3 ore dopo il naufragio da un elicottero militare italiano.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.