IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Quanto ci è mancata la Serie A, ma dal 3 agosto torna anche il tennis!

Il nostro campionato è tornato più spettacolare che mai, mentre ATP e WTA hanno ufficializzato quando verranno disputati i tornei rinviati

Più informazioni su

Normalità. Una parola che prima era quasi uscita dai nostri discorsi giornalieri, mentre attualmente è forse una delle più utilizzate. Dopotutto l’emergenza covid ci ha fatto tornare ad apprezzare ogni azione giornaliera, anche quelle che prima ci annoiavano o davamo per scontate.

Molti sostenevano che senza il calcio non potesse esistere una routine quotidiana, ed è anche e probabilmente proprio per questo che le nostre squadre sono tornate in campo per portare a termine la stagione 2019/2020. 

Certo, c’era chi sosteneva che un campionato senza tifosi sarebbe stato triste, monotono e avaro di emozioni. Così però non è stato perché la Serie A, anche in questa sua bizzarra edizione estiva, sta riuscendo a tenere incollati al televisore tifosi e appassionati di tutto il mondo. Questo succede per merito di super sfide, colpi di scena, ma soprattutto grazie alle squadre che si divertono e fanno divertire.

Serie A, quanto ci sei mancata! E dal 3 agosto torna anche il tennis

Continuiamo la nostra chiacchierata parlando della squadra più in forma del momento: è ormai una consuetudine sentire nominare l’Atalanta sotto questi termini. La squadra di Gasperini non perde infatti da addirittura 12 partite di fila (14 considerando anche la Champions League).

Dopo il ko riservato al Napoli, la Dea sta continuando ad avanzare verso la qualificazione in Champions, anche se il mister dei nerazzurri ha alzato l’asticella, chiedendo ai suoi di puntare al secondo posto. Quella di Gasperini dopotutto è una squadra in una forma strepitosa, capace di far innamorare a prima vista non solo il popolo bergamasco, ma tutti gli appassionati del nostro amato calcio.

Dove arriveranno questi supereroi in maglia nerazzurra? La risposta non la possiamo sapere, ma guardando le ultime partite per la Dea si prospetta un finale di stagione trionfale.

Sempre in tema di formazioni in forma arriviamo ora al Milan di Ibrahimovic, riuscito nella strepitosa impresa di battere, una dopo l’altra, le due attuali superpotenze del nostro campionato, ovvero la Lazio e la Juventus.

La super prestazione offerta all’Olimpico ha permesso al diavolo di spedire all’inferno gli uomini di Inzaghi, facendo così allontanare il sogno scudetto per i biancocelesti. Poi, per non farsi mancare nulla, ecco un’altra prestazione da dieci e lode con cui i rossoneri sono riusciti a battere la Vecchia Signora rimontando lo 0-2 maturato nei primi minuti del secondo tempo grazie all’eurogol di Rabiot e la marcatura del solito CR7 (4-2 il risultato finale).

Serie A, quanto ci sei mancata! E dal 3 agosto torna anche il tennis

Sembra quindi che la cura Pioli stia funzionando, ed è per questo che sorge un interrogativo: perché la società rossonera si ostina a perseguire la sua linea rivoluzionaria continuando a preferirgli Rangnick per la prossima stagione?

Come la prenderebbero i tifosi se il mister con il quale sono stati ritrovati grinta e bel gioco venisse allontanato solo per un capriccio del loro amministratore delegato?

Solo il tempo ce lo dirà. Nel frattempo la squadra è partita alla volta di Napoli, città nella quale domenica sera andrà in scena il big match tra partenopei e rossoneri. Chi la spunterà? Molto dipenderà anche dalla prestazione dell’immortale Ibrahimovic, colui che sembra riuscire a dare la giusta carica ai suoi compagni. Dopotutto un Milan così era da tanto che non si vedeva, per la gioia di tutti i tifosi rossoneri che in questi giorni hanno potuto osservare una squadra in una condizione fisica davvero eccellente.

Non si può dire la stessa cosa per Lazio e Inter. La squadra di Lotito, dopo aver stupito tutti con prestazioni mostruose, ha infatti perso in casa contro Sassuolo e appunto Milan e in trasferta contro il modesto Lecce. Un vero e proprio suicidio calcistico che condanna ora i biancocelesti a sperare e a compiere prestazioni perfette per alimentare le speranze di scudetto.

Arriviamo ora a parlare dell’Inter. Dopo un inizio di stagione spumeggiante una profonda crisi sembra aver inghiottito la squadra di Conte, il quale dovrà riuscire a risolvere diversi problemi tentando di salvare il salvabile, anche se il primo posto sembra ormai essere diventato una vera e propria utopia.

Per quanto riguarda invece la zona retrocessione e la lotta per l’Europa League, le sfide si stanno facendo sempre più appassionanti. Il Milan per merito del suo stato di grazia è riuscito ad acquisire un discreto vantaggio sulle inseguitrici.  Verona e Sassuolo non hanno però intenzione di mollare, per questo cercheranno il sorpasso fino all’ultimo.

Serie A, quanto ci sei mancata! E dal 3 agosto torna anche il tennis

In basso alla classifica possiamo invece notare una lotta a due tra Genoa e Lecce per la permanenza nella massima serie, con Sampdoria e Torino che però non possono ancora permettersi alcun tipo di rilassamento.

Insomma, mancano ancora sei partite al termine del campionato, ma in attesa dei primi verdetti abbiamo una certezza: la nostra Serie A è spettacolare!

Serie A, quanto ci sei mancata! E dal 3 agosto torna anche il tennis

Ripartenza tennis. Uomini e donne, appassionati di tutte le età, ormai è ufficiale: ad agosto si riparte! È vero, il covid ci ha insegnato a essere previdenti e a non dare nulla per scontato, ma il calendario pubblicato lascia spazio a pochi dubbi.

La stagione 2020 ripartirà e vedrà disputarsi due Grandi Slam come lo Us Open e il Roland Garros, oltre a diversi Master 1000 tra i quali ricordiamo gli Internazionali di Roma.

Mancherà invece dal calendario 2020 la consueta edizione di Wimbledon, annullata a causa del solito e odiato covid-19. La curiosità in merito a questo torneo sta nel fatto che l’organizzazione ha scelto di distribuire comunque il montepremi a coloro i quali si sarebbero dovuti sfidare sull’erba, una decisione sorprendente.

La furia del virus non è quindi riuscita a fermare il tennis, anche se i calendari pubblicati dall’Atp e dal Wta hanno lasciato diverse perplessità. Ci si chiede se sia davvero necessario sottoporre gli atleti a un tour de force tale, con un interrogativo ricorrente che pone l’attenzione anche sulla condizione fisica dei giocatori.

Riusciranno i tennisti a prendere parte a tutti gli appuntamenti organizzati oppure dovranno scegliere in quali esibirsi confrontandosi con il loro fisico? Una prima risposta a questa domanda l’ha fornita Barazzutti, allenatore di Fabio Fognini.

Il tennista ligure non parteciperà agli Us Open, ma lavorerà per esserci sia a Parigi che a Roma. Un altro che potrebbe rinunciare al torneo americano è Nadal, che preferirebbe essere protagonista nella sua Spagna (Master 1000 Madrid).

Serie A, quanto ci sei mancata! E dal 3 agosto torna anche il tennis

Colui che invece non ci sarà fino al 2021 è Roger Federer, che dopo un’operazione al ginocchio ha deciso di dedicarsi interamente al recupero per farsi trovare pronto nell’anno che verrà. Lo svizzero, intervistato alcuni giorni fa, ha dichiarato che, durante il lockdown, ha addirittura pensato di smettere, salvo poi tornare sui suoi passi.

Re Roger non ha comunque negato che questa decisione in un prossimo futuro, anche considerando l’età, verrà presa. Un vero e proprio colpo al cuore per gli appassionati di tutto il globo.

Tra i grandi nomi del tennis tornerà sicuramente in campo Novak Djokovic, travolto dalle polemiche per aver organizzato un torneo di esibizione chiamato “Adria Tour”. In esso le misure di sicurezza sono apparse scarse e poco seguite, tanto è vero che persino il giocatore serbo e sua moglie hanno contratto il covid (dal quale sono fortunatamente già guariti).

L’accaduto ha scatenato come detto molte polemiche, ma ha anche ricordato quanto sia importante non abbassare la guardia nei confronti di un virus subdolo, che non vede l’ora di colpire.

Torniamo ora al nuovo calendario. Il 3 agosto la stagione femminile ricomincerà da Palermo, mentre il 14 agosto sarà l’Atp 500 di Washington ad aprire le danze per quella maschile. Fino a inizio settembre gli atleti saranno impegnati in America, con lo Us Open che sarà l’ultimo torneo in terra statunitense prima di spostarsi nel Vecchio Continente.

La seconda settimana della competizione americana si disputerà in contemporanea con l’Atp 250 di Kitzbuhel, terminando oltretutto il giorno dell’inizio del Master 1000 di Madrid. Per questo motivo, come vi ho raccontato, i tennisti saranno quindi obbligati a scegliere quali tornei disputare, creando molta apprensione anche per gli organizzatori.

Serie A, quanto ci sei mancata! E dal 3 agosto torna anche il tennis

Nel frattempo è iniziata la preparazione degli atleti, che in alcune competizioni amichevoli si esibiscono per ritrovare la forma migliore. Noi appassionati però non vediamo l’ora che sia il 3 agosto: meno di un mese e si riparte sul serio, finalmente sta terminando la quarantena anche per il tennis!

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.