IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Le italiane volano in Europa, ma cosa succede sugli spalti? Razzismo e violenza, eccovi di nuovo foto

Bene il Napoli e incredibile la Juventus, che accede ai quarti in rimonta, nel weekend però ecco un’altra pagina nera per il calcio giovanile, con episodi di discriminazione e violenza sugli spalti

Più informazioni su

IVG Young Default Album

Remontada Juve. Chi credeva con certezza che tutto questo sarebbe accaduto alzi la mano. Non vedo molte persone con il braccio disteso, tutti stupiti quindi? Davvero pensavate che Cristiano Ronaldo potesse accettare di uscire agli ottavi di Champions League? Evidentemente no, infatti lo ha dimostrato.

Tre reti da fuoriclasse e passaggio del turno conquistato, nonostante miriadi di “gufi” (i tifosi della squadre rivali dei bianconeri) davanti alla televisione fossero pronti ad esultare per l’uscita di scena della Vecchia Signora.

Ecco a voi il riassunto della serata da sogno che hanno vissuto mercoledì i tifosi della Juventus, formazione chiamata a rimontare il pesante 2-0 rimediato all’andata dall’Atletico Madrid del “Cholo” Simeone.

L’allenatore degli spagnoli, prima di mostrare gli attributi in diretta televisiva, forse doveva pensare che la Champions League prevede andata e ritorno negli ottavi di finale, ma d’altronde pronosticare questo epilogo era difficile per chiunque.

Le italiane volano in Europa, cosa succede però sugli spalti? Razzismo e violenza, eccovi di nuovo

Non sorprendetevi inoltre se nei prossimi giorni vedrete il tecnico dei colchoneros vendere meloni per strada. Ogni promessa è debito ed in fondo era stato lui stesso a dichiarare nei giorni successivi alla vittoria del Wanda Metropolitano: “Se la Juve rimonta cambio mestiere e vado a vendere meloni”.

Passiamo adesso ad una breve analisi del match. L’urlo dei tifosi casalinghi si è fatto attendere solamente quattro minuti, ma a frenare l’entusiasmo ci ha pensato l’arbitro, annullando giustamente il vantaggio juventino. Il gol in realtà, è stato solamente rinviato al 27’, quando Ronaldo ha deciso di salire in cielo per finalizzare lo splendido assist di Bernardeschi. La prima frazione è terminata poi con una grande occasione per gli ospiti. Successivamente il secondo parziale ha scacciato le paure del pubblico bianconero iniziando col botto: altra incornata di un alieno (che alcuni coraggiosi affermano sia portoghese) e 2-0 per i padroni di casa. Il miracolo è avvenuto però a cinque minuti dalla fine, quando Kuipers ha assegnato un rigore per la Juventus che, ovviamente, si è incaricato di battere CR7. Ricorsa, missile e tripletta personale realizzata, con tanto di vendetta nei confronti dei suoi ex acerrimi rivali.

I bianconeri incontreranno adesso nel prossimo turno l’Ajax, con una tra Manchester City e Tottenham come possibile avversaria di una spettacolare semifinale.

Le italiane volano in Europa, cosa succede però sugli spalti? Razzismo e violenza, eccovi di nuovo

Merita un applauso anche il Napoli, capace di eliminare l’ostico Salisburgo grazie a due match giocati in maniera opposta. Al San Paolo una vittoria per 3-0 che stava stretta agli uomini di Ancelotti, in Austria una sconfitta per 3-1 rivelatasi d’oro, con la formazione azzurra capace di resistere alla rimonta avversaria nonostante mancasse la difesa titolare.

Ai quarti ci sarà l’Arsenal, un’avversaria forte e determinata, ma ci auguriamo che i partenopei riescano a passare il turno. Il Napoli, in quel caso, in semifinale troverà una tra Villareal e Valencia, formazioni temibili, ma sulla carta superabili.

Non dimentichiamo infine l’Inter, anche se gli uomini di Spalletti non sono riusciti a passare il turno contro l’Eintracht, vittorioso a San Siro per 0-1.

Le grandi emozioni regalatoci dalla Juventus e la voglia del Napoli non possono lasciare indifferenti i tifosi italiani che, adesso, sono chiamati a sostenere le squadre nostrane in Europa, nella speranza che esse raggiungano la finale nelle rispettive competizioni.

Riuscirete a non pensare alla casacca indossata dai giocatori per sostenere la vostra nazione? Vi proponiamo questa riflessione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.