IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La Bettola – capitolo 13: “Il mare di sangue”

Il thriller a puntate di IVG Young

Più informazioni su

Gaia, Nicolò e Veronica guardarono a lungo la figura possente dell’Inquisitore. Non poteva soffrire e la sua forza superava la loro. Ma nessuno è invincibile, e il numero era dalla loro parte. Gaia avanzò di qualche passo.

“Credi di intimorirci, dicendoci che sei pieno di droga in corpo? Forse non lo sai, prete, ma si muore anche senza provare dolore”.

“Se credi di potermi uccidere” disse lui, ridendo sotto ai baffi, “Allora dimostramelo”.

Gaia ordinò ai suoi amici di raggiungerla. Nicolò e Veronica arrivarono accanto a lei e così poterono parlare del piano senza che lui potesse sentire. Comunicarono per poco, poi soltanto lei attaccò.

Sparò un colpo e l’Inquisitore lo evitò velocemente. Ma non poté evitare anche il secondo. Per proteggersi la faccia, lo parò con il braccio sinistro e il proiettile rimase dentro al suo corpo. Lui non sentì nulla.

“Un proiettile uccide, Inquisitore, che tu lo senta o no”.

Serfi mostrò ai suoi nemici la sua arma da battaglia. Era un crocifisso particolarmente grande; gli aveva tolto Gesù e lo aveva affilato alle tre estremità. Lo mostrò a loro come se fosse una spada laser di fantascienza: “La fede vi ucciderà”.

“Ti credi la mano di Dio?! Bene, che le tenebre del Buco Nero possano lacerarti!”

Serfi si accorse appena in tempo del coltello che volava verso la sua faccia. Alzò la mano sinistra per bloccarlo e quello lo colpì in pieno palmo. Dal braccio perdeva sangue e ora anche la mano mostrava lesioni profonde.

Nicolò corse contro di lui, con il coltello alzato. Lo raggiunse e cercò di colpirlo alla testa. Ma, come lui aveva promesso, la fede lo sconfisse. Nicolò si ritrovò il crocifisso piantato in gola, e crollò senza un gemito.

“Che Dio…”

Non terminò la frase. Un colpo di pistola lo prese in pieno petto. Si sentì mancare per qualche secondo. Vide Gaia che sorrideva dietro alla pistola fumante. Capì di non essere l’unico che amava i giochi.

“Sacrificare, per uccidere. Lo hai fatto ammazzare per colpirmi”.

Veronica lo assalì afferrandogli il collo. Per la sorpresa si accasciò a terra mentre lei gli alzava sempre più la gola, o meglio ci provava. Serfi le afferrò le mani e iniziò a stringere, per farle perdere la presa.

“Colpisci la gola! Non importa se mi colpisci, ammazzalo!”

Non fu abbastanza veloce. Il crocifisso colpì Gaia disarmandola. Serfi si alzò e si tolse dal collo la nemica. La prese per il collo e la alzò come se fosse stata una piuma. Iniziò a stringere il collo con forza.

In quel momento, perse la vita. Crollò come colpito da un malore. Veronica si liberò e Gaia la raggiunse. Videro il loro più temibile nemico morire, mentre sorridevano e si abbracciavano per festeggiare la fine dell’incubo.

“Sono una avvelenatrice: dovevi aspettarti i proiettili immersi nel veleno”.

Gaia si chinò per assicurarsi che Serfi fosse deceduto. Non c’era più battito. L’incubo dell’Inquisitore era terminato e la loro vita poteva riprendere. Molti erano caduti contro di lui, ma il Buco Nero alla fine aveva vinto.

“La Bettola è finita, ma sono ancora un tuo Spettro. Dimmi, amica mia: ora cosa faremo?”

Gaia la fissò per qualche secondo. L’ultimo Spettro rimasto, una criminale di guerra, la voleva seguire ovunque. La poteva aiutare per le prossime mosse. Il suo ordine viveva ancora; Serfi non aveva vinto nulla.

“La vendetta è compiuta. Ora renderemo omaggio al Buco Nero. Uccideremo ogni altro uomo di Alberto e cercheremo altri membri della famiglia Serfi: mai più avremo nè un nuovo Soldo Nero, nè un nuovo Inquisitore. Nessuno scapperà alle nostre lame. Un giorno, la Bettola rinascerà!”

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.