IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il sorteggio sfortunato in Champions ed Europa League, la Ferrari rossa di rabbia: quello che ci ha riservato la settimana

Juve, Napoli, Atalanta, Inter e Roma dovranno sudare per ottenere il passaggio del turno, mentre la scuderia di Maranello sembra aver toccato il punto più basso della sua storia recente

Più informazioni su

Malasorte. È questo il termine utilizzato da opinionisti e tifosi per definire gli accoppiamenti partoriti dall’urna di Nyon per le formazioni che ci rappresentano in Europa. Un sorteggio sfortunato che obbligherà le nostre squadre a compiere delle prestazioni perfette per sperare di approdare all’atto conclusivo delle rispettive competizioni.

Andiamo però con ordine. Circa un mese fa la Uefa ha deciso che le edizioni 2019/2020 di Champions ed Europa League si sarebbero dovute concludere, optando per una final eight intrigante e innovativa. Servivano però un campo neutro e una revisione del regolamento, atti prontamente messi in pratica.

Prima che il terribile nuovo coronavirus contagiasse tutto il mondo, infatti, le sedi designate per le finali erano Istanbul e Danzica, città che hanno accettato di ospitare questi prestigiosi eventi nel 2021.

Tutto posticipato quindi, con Portogallo e Germania che si sono offerte per accogliere lo spettacolo delle “final eight” di Champions ed Europa League. Esse prevedono la disputa di quarti di finale, semifinali e finale in gara secca, fattore che probabilmente aumenterà l’indice di spettacolarità dei match.

Le formazioni che invece erano state fermate prima di poter giocare il ritorno degli ottavi di finale, avranno il diritto di disputarlo nel proprio stadio (come da calendario).

Sorteggio sfortunato per le italiane in Champions ed Europa League, mentre la Ferrari è rossa di rabbia

Una situazione particolare vede invece protagoniste Roma e Inter. Le squadre che rappresentano la nostra nazione in Europa League non erano infatti riuscite a disputare nemmeno l’andata degli ottavi di finale che le vedevano impegnate rispettivamente con Sevilla e Getafe.

Giallorossi e nerazzurri si recheranno quindi anticipatamente in Germania per giocarsi la qualificazione in gara secca su un campo neutro. Le due compagini sono quindi attese da un ulteriore sforzo.

Esso diventa ancora maggiore considerando la caratura dei possibili avversari nei turni successivi. Venerdì scorso infatti è stato sorteggiato il tabellone “tennistico”per decidere gli accoppiamenti di quarti di finale e semifinali.

Andiamo ora ad analizzare il destino delle nostre squadre. La Juventus, formazione in grande difficoltà nell’ultimo periodo, se la dovrà vedere contro il Lione nel ritorno degli ottavi di finale. Questo si sapeva già ma, purtroppo per il nostro movimento calcistico, il rischio che i francesi estromettano gli uomini di Sarri dalla competizione è elevato. Serviranno grande lavoro e dedizione per ritrovare la giusta concentrazione e soprattutto una buona solidità difensiva, smarrita ultimamente dopo la rovinosa sconfitta patita dalla Vecchia Signora a San Siro contro il Milan.

Se i bianconeri dovessero passare il turno, il cammino per la finale sarebbe davvero impervio: ai quarti CR7 e compagni incontrerebbero una tra Manchester City e Real Madrid, con una possibile semifinale contro lo spumeggiante Bayern Monaco allenato da Flick. Questo spiega perché alla Juventus servirà ritrovare in fretta la miglior condizione fisica e mentale, sistemando le distrazioni che hanno messo in dubbio addirittura la vittoria di un campionato che sembrava chiuso.

Sorteggio sfortunato per le italiane in Champions ed Europa League, mentre la Ferrari è rossa di rabbia

Attenzione inoltre al Napoli: i partenopei sono stati sorteggiati dalla parte del tabellone che vede impegnato anche il team bianconero. Gattuso per volare a Lisbona dovrà prima fare una “siesta” a Barcellona, dove un Messi avvelenato darà tutto per portare avanti i suoi e salvare la stagione della sua squadra, fino a qui terribilmente deludente e sotto le aspettative.

In casa blaugrana la situazione sembra davvero esplosiva. Colpa della vittoria della Liga da parte degli acerrimi rivali del Real Madrid, ma soprattutto di un tecnico che non sta riuscendo a gestire al meglio uno spogliatoio ricco di campioni. Setien infatti sta riuscendo nell’impresa di scontentare un po’ tutti: in primis i tifosi ovviamente, ma anche la dirigenza ed i suoi stessi giocatori non sembrano gradire l’operato dell’allenatore ex Betis.

Riuscirà ad approfittare di questa situazione il Napoli di Rino Gattuso? La nostra speranza è esattamente questa, anche se ai quarti l’ostacolo diventerebbe ancor più imperioso. Il Bayern Monaco infatti, dopo il trionfo per 0-3 a Stamford Bridge, è l’unica squadra che può ritenersi quasi certa del passaggio del turno.

La speranza dei tifosi nostrani è quella di poter assistere a un’emozionante semifinale tutta italiana tra Napoli e Juventus, anche se questo sogno ha buone probabilità rimanere tale (ahimè).

Dall’altra parte del tabellone sono invece state accoppiate quattro formazioni già certe di disputare la final eight. Stiamo parlando dell’Atletico Madrid, che affronterà ai quarti il Lipsia e dell’Atalanta delle meraviglie, che in uno scontro per cuori forti se la vedrà con il Paris Saint Germain.

Gasperini e i suoi cercheranno l’ennesima impresa, ma obiettivamente il proseguo del cammino della squadra nerazzurra sembra davvero in salita. Mi lancerò in un pronostico: vedo una finale tra Manchester City e PSG, con Bayern e Atalanta che venderanno cara la pelle.

Passiamo ora all’Europa League. La situazione delle nostre formazioni nella seconda competizione europea l’abbiamo già raccontata, ma chi potrebbero affrontare continuando il loro cammino?

Insidia Bayer Leverkusen per l’Inter, mentre la Roma incontrerebbe una tra Olympiacos e Wolverhampton, con una possibile semifinale che opporrebbe i giallorossi al Manchester United. I nerazzurri invece, in semifinale, potrebbero incontrare una tra Shakthar Donetsk, Wolfsburg ed Eitracht Francoforte.

Un’urna complessa soprattutto per la Roma quindi, anche se può essere considerata quasi benevola se paragonata con quella di Champions. Anche in questo caso proverò ad azzardare un pronostico.

Sorteggio sfortunato per le italiane in Champions ed Europa League, mentre la Ferrari è rossa di rabbia

La squadra di Fonseca, considerate le difficoltà del post-lockdown, in una previsione ottimistica potrebbe arrivare a giocarsi la semifinale (anche se è più probabile un’uscita ai quarti a seconda dell’avversaria).

L’Inter di Antonio Conte invece, in caso di mancata vittoria del campionato, vorrà sicuramente portare a casa un trofeo. Non sarà sicuramente cosa facile, ma i nerazzurri hanno un organico notevole e possono tranquillamente prefiggersi come obiettivo la vittoria finale.

L’insidia principale? Il Manchester United di Ole Gunnar Solskjaer, rinato dopo il periodo di sospensione. È per questo motivo che vedo i Red Devils leggermente favoriti, in una finale che, a mio parere, potrebbe contrapporli a Lukaku e compagni (ogni risultato inferiore alla semifinale sarà una Caporetto per il valore della rosa a disposizione di Conte).

Voi che ne pensate? Chi riuscirà a vincere Champions ed Europa League? Dove riusciranno ad arrivare le italiane? Ditecelo nei commenti!

Sorteggio sfortunato per le italiane in Champions ed Europa League, mentre la Ferrari è rossa di rabbia

Sprofondo Ferrari. La lunghezza della precedente discussione non mi permette di scrivere quanto vorrei, altrimenti c’è il rischio che questo pezzo diventi troppo lungo e poco interessante.

Per fortuna la prestazione della Ferrari messa in scena al Gran Premio di Stiria si può riassumere con una sola parola: una vera e propria figuraccia! Le Rosse infatti, nonostante gli aggiornamenti portati in fretta e furia dal team sulle monoposto, non sono mai sembrate realmente competitive per la vittoria finale, ma nessuno poteva immaginare un weekend così.

Sempre nelle retrovie, le vetture guidate da Vettel e Leclerc si sono qualificate rispettivamente decima e quattordicesima, deludendo l’ambizioso popolo ferrarista che sperava in una svolta dopo le difficoltà patite la settimana precedente. Al peggio però si sa, non c’è limite, così i due piloti hanno pensato di compiere un disastro al primo giro della gara, uscendo entrambi di scena.

Un Leclerc desideroso di recuperare posizioni ha infatti cercato uno spazio inesistente in curva, terminando la manovra con il fondo della sua vettura sopra lo pneumatico di quella del compagno di scuderia tedesco.

Sorteggio sfortunato per le italiane in Champions ed Europa League, mentre la Ferrari è rossa di rabbia

È per questo motivo che si è verificato il doppio ritiro Ferrari, con il monegasco che, in conferenza stampa, si è assunto tutte le responsabilità per lo spiacevole accaduto. Il team principal Mattia Binotto ha scelto invece la politica dell’unità non puntando il dito contro nessuno, mentre Vettel si è mostrato molto deluso.

Un doppio zero però in casa Ferrari non si verificava da più di 80 gran premi, ed è questo forse il momento più basso della storia recente del Cavallino Rampante. Urge correre ai ripari per non essere costretti a cestinare la stagione dopo appena due gare disputate, ma soprattutto per dare un po’ di gioia ai milioni di tifosi che si attendono una pronta reazione già questa domenica in Ungheria.

Si continua infatti a correre, con anche la Moto Gp che questo weekend inizierà la sua stagione in Spagna a Jerez. La speranza è che l’Italia riesca a tornare grande in questo fine settimana di motori, ma la Ferrari riuscirà ad uscire dall’oblio? A voi l’ardua sentenza.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.