IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Hai voglia di vedere un bel film? Eccone cinque che hanno fatto la storia di Hollywood

Dal premio Oscar al Golden Globe, questi solo alcuni dei premi vinti dai film che vi proponiamo

Più informazioni su

E’ sera, vuoi vedere un film che sia “bello davvero” e non sai cosa guardare? Ecco cinque proposte: ognuno di questi, a suo modo, ha fatto la storia di Hollywood.

THE TRUMAN SHOW
Truman Burbank interpretato da Jim Carrey, è un trentenne che abita nella tranquilla città di Seahaven. Un giorno scopre però che la sua vita è oggetto di una soap opera. Gli amici e tutte le persone che gli ruotano attorno in realtà sono attori e la città in cui abita è un gigantesco set televisivo. La sua vita trasmessa in tv è orchestrata fin dalla nascita, avvenuta in diretta, dal regista Cristof, che gli impedisce in tutti i modi di scoprire la verità. Truman ormai deciso a fuggire si troverà davanti a un dilemma, restare nella tranquilla realtà in cui ha vissuto fin da piccolo, oppure fare un salto nel vuoto e scoprire cosa c’è oltre.

AMERICAN BEAUTY
Vincitore di ben cinque premi Oscar e tre Golden Globe, American beauty, diretto da Sam Mendes è un film assolutamente da vedere se si è appassionati di cinema. Ritratto della middle class americana, la famiglia di Lester Burnham, magistralmente interpretato da Kevin Spacey, sembra apparentemente perfetta, mentre in realtà è sull’orlo di crollare. Lester è ai ferri corti con la moglie, odia il suo lavoro e non riesce a instaurare un rapporto con sua figlia. La sua vita sembra ormai correre sul binario della depressione quando improvvisamente conosce Angela, un’amica di sua figlia. Da qui parte la rivoluzione della sua vita, infrangendo molte regole con cui prima aveva vissuto. nel frattempo la figlia di Lester, Jane, conosce un suo compagno di scuola, Ricky, che vive afflitto dalla figura autoritaria del padre.

TAXI DRIVER
Travis Bickle, interpretato da Robert De Niro, passa le sue notti insonni lavorando come tassista in una New York sporca e violenta. Reduce dagli orrori del Vietnam tenta di reinserirsi nella società. Esce con Betsy, giovane impiegata dello staff del senatore Palantine, ma rovina tutto non sapendo come comportarsi. Travis ormai isolatosi completamente, conosce casualmente Iris, una giovane prostituta di 13 anni. Schifato dal degrado che lo circonda comprende che il suo scopo è quello di ripulire la città diventando giustiziere privato.

IL LAUREATO
Il laureato, Oscar per la regia di Mike Nichols, è uno dei migliori film degli anni 70, famoso anche per la colonna sonora dei Simon & Garfunkel. Il protagonista Benjamin Braddock, interpretato straordinariamente da Dustin Hoffman, è un giovane americano che dopo essersi laureato è indeciso riguardo al suo futuro. Benjamin sceglie quindi di tornare dai genitori, dove durante una festa per celebrare il traguardo appena raggiunto, incontra l’attraente moglie del capo di suo padre, la signora Robinson, con cui inizia una relazione segreta. Relazione che viene interrotta solo dall’incontro con la figlia dei Robinson, Elaine, appena tornata dal college. I due ragazzi quindi si innamorano, ma Benjamin deve fare i conti con la signora Robinson che minaccia di mandare all’aria il rapporto con la figlia Elaine raccontandole della loro relazione.

COLLATERAL
Max, tassista, interpretato da Jamie Foxx, viene ingaggiato da Vincent, interpretato da Tom Cruise, affinché lo porti in giro per Los Angeles tutta la notte. Vincent in realtà è un sicario assoldato da dei narcotrafficanti, che dovrà uccidere cinque persone. Max scoperte le intenzioni del suo passeggero, ne diventa ostaggio e complice involontario. Vincent uccide quattro persone, finché Max, dopo aver scoperto che la quinta vittima è il procuratore distrettuale Annie, di cui lui si era invaghito, tenterà in tutti i modi di fermarlo, ingaggiando con lui un duello testa a testa per la sopravvivenza.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.