IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Europa nascosta: ecco due destinazioni low cost che vi stupiranno foto

Una rapida descrizione di due paesi europei che hanno un fantastico qualità/prezzo

Più informazioni su

Quando si vuole fare un viaggio senza spendere molto e ci si mette a fare ricerche su internet su quali siano i paesi migliori in questo senso, i numeri indicano subito come più convenienti i paesi dell’Europa dell’est, ma la maggior parte delle persone solo a sentire i nomi di queste nazioni sono subito scoraggiate dall’idea di recarvisi e decidono di ripiegare su altre destinazioni. In realtà questi paesi pur non godendo di una reputazione idilliaca dalle nostre parti possiedono un patrimonio storico e artistico veramente eccezionale. Oggi parliamo di due paesi dell’Europa dell’est che sono senza dubbio molto economici e molto interessanti dal punto di vista turistico ma al contrario di altre nazioni della medesima regione europea (come ad esempio Ungheria e Repubblica Ceca) non sono battuti da quasi nessun tour operator.

Questi due paesi sono la Romania e la Bulgaria. Fino a meno di 30 anni fa di questi due silenziosi paesi oltrecortina non si sapeva praticamente nulla (salvo il caso della guerra civile romena che fece notizia in tutta Europa e oltre), ad oggi però la situazione è cambiata e solo facendo una breve ricerca su internet ci si rende conto che questi paesi hanno molto da offrire sopratutto dal punto di vista culturale e non solo.

Prima di iniziare a parlare di questi due paesi occorre fare una piccola premessa: le destinazioni in questione offrono un patrimonio culturale e naturale di pregevole valore ma va detto che il viaggiatore che vorrà recarsi in questi paesi dovrà prepararsi ad un esperienza di visita molto diversa da quelle tradizionali. Mi riferisco al divario economico e sociale che c’è fra l’Europa occidentale e queste zone (livello di ricchezza basso, infrastrutture spesso non adeguate, abitudini abbastanza diverse dalle nostre), che aumenta soprattutto quando le grandi città lasciano il posto alle campagne.

Romania
Questo paese ha, da poco, aperto le sue porte ai turisti occidentali che si sono diffusi abbastanza in fretta a causa del costo della vita abbastanza basso. Il paese riserva molte bellezze storico/naturali come i Carpazi, i monasteri ortodossi di Valacchia e Moldavia (patrimonio dell’umanità UNESCO), i castelli, le chiese fortificate della Transilvania, la regione storica del Maramures e la piacevole capitale Bucarest che, rispetto al resto del paese, ha sicuramente un aspetto molto più occidentale. Tuttavia molti riconoscono il fatto che la bellezza principale di questi territori siano le campagne, che si sono fermate ad un’epoca molto remota. Le macchine agricole, salvo alcuni casi, sono assenti e non è raro vedere per la strada covoni fatti a mano e carretti strapieni di foraggio. Proprio per questo motivo molti definiscono la campagna rumena un vero e proprio “museo etnografico a cielo aperto”.

Se volete visitare la Romania la scelta migliore è sicuramente arrivare a Bucarest in aereo, affittare una macchina e da lì intraprendere un percorso di viaggio che dovrà essere accuratamente pianificato prima della partenza (ricordandosi sempre un navigatore dato che la segnaletica e le strade in generale versano in cattive condizioni). Si può anche arrivare in macchina, ma non è consigliabile perché il viaggio senza tappe dura circa 18 ore e soprattutto è molto più costoso di quello in aereo per via della benzina e del costo del pedaggio autostradale.

Europa nascosta: ecco due destinazioni low cost che vi stupiranno

Bulgaria
Rispetto alla vicina Romania le attività turistiche sono meno sviluppate ma il paese balcanico non ha nulla da invidiare ai vicini neolatini: il patrimonio artistico, che riserva siti di pregiatissimo valore come il Monastero di Rila e le tombe trace, e quello naturale, come la costa del Mar Nero, ne fanno uno dei paesi più belli dell’Europa orientale. Ovviamente la scelta migliore per visitare questo paese è arrivare a Sofia in aereo ed eventualmente proseguire in auto per godere al meglio delle attrattive di questa nazione dato che i monumenti principali sono sparsi un po’a macchia di leopardo su tutto il territorio nazionale. Da non perdere, in ultima analisi, la cucina: saporita e sofisticata è il prodotto di molteplici culture, quella turca (da cui la cucina bulgara ha acquisito l’uso dello yogurt in molte pietanze), quella greca e quella bulgara.

Europa nascosta: ecco due destinazioni low cost che vi stupiranno

Romania e Bulgaria naturalmente non sono proprio i primi paesi a cui uno pensa quando si immagina l’Europa, tuttavia oltre ad avere il vantaggio di poter offrire vacanze a prezzi molto competitivi hanno anche un’altra grande qualità: sono gli ultimi paesi del vecchio continente che sanno regalare al viaggiatore una delle sensazioni più belle del viaggiare, la scoperta. Proprio per le ragioni elencate ad inizio articolo questi due paesi non hanno mai conosciuto neanche l’ombra del turismo di massa, fin troppo freddo e commerciale, e quindi sono rimasti dei luoghi del tutto sconosciuti ai più, cosa che ha permesso loro di conservare l’aspetto di paesi tutti da scoprire. Questi sono i motivi per cui, secondo me, se state pensando di fare una vacanza low cost (o se semplicemente avete voglia di scoprire paesi ancora sconosciuti) Romania e Bulgaria potrebbero fare al caso vostro.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.