IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Dybala e Dzeko, alla ricerca del gol perduto; Coppa Italia da capogiro e Super Bowl da paura foto

Alcuni dei bomber protagonisti della scorsa Serie A stanno riscontrando più difficoltà del previsto in questa stagione

Più informazioni su

Dybala e Dzeko, alla ricerca del gol perduto; Coppa Italia da capogiro e Super Bowl da paura

C’erano una volta Edin Dzeko e Paulo Dybala, bomber capaci di segnare ed incantare le proprie tifoserie, consce di avere tra le proprie fila dei grandissimi talenti, pronti a lasciare il segno in qualsiasi momento. Sarà bastata un’estate a questi due giocatori per perdere tutta la loro vena realizzativa? Andiamo a scoprirlo insieme.

Nella stagione 2017/2018 lo score di Dybala vantava ventisei gol realizzati, oltre a sette assist vincenti. I numeri quindi, ci mostrano che l’attaccante della Juventus è entrato a far parte di trentatré azioni che, alla fine, hanno permesso alla sua squadra di trovare la via della rete. Forse sono state proprio le vacanze estive il suo tallone d’Achille, con un Higuain in meno e un Cristiano Ronaldo in più al momento del suo rientro a Vinovo, che ha spostato tutta l’euforia e l’attenzione dei tifosi sul suo talento, oscurando quello dell’argentino. Tutti i giornali descrivevano lui e CR7 come la coppia dei sogni, ma dentro la “Joya” qualcosa doveva essersi incrinato.

All’inizio tutto sembrava andare liscio anche se, per il suo primo gol in campionato, si era dovuto attendere fino al 26 settembre, giorno di Juventus-Bologna. Una settimana più tardi però, era arrivata la tripletta in Champions al malcapitato Young Boys e la convinzione che, senza Dybala, la squadra non sarebbe riuscita ad essere così spietata. La via della rete gli si spalanca anche contro il Manchester UTD ad Old Trafford prima ed all’Allianz Stadium contro il Cagliari poi ma, da quel momento, qualcosa si blocca. Per tornare al gol gli servono un mese di tempo e, soprattutto, la musichetta della Champions che, questa volta, lo vede protagonista nella sconfitta di Berna contro lo Young Boys. Successivamente il nulla, condito da qualche assist per i cannibali Mandzukic e Ronaldo. Troppo poco per uno come lui, troppo poco per chi, l’anno scorso, a questo punto della stagione, spingeva la Juventus alla vittoria del suo settimo scudetto consecutivo.

I mesi di digiuno adesso sono quasi due e, l’augurio di tutti i suoi tifosi, è che presto l’argentino torni a segnare come nella passata stagione. La sua posizione all’interno della squadra non è più la stessa, forse anche per il cambio di modulo apportato da Allegri che lo ha posto alle spalle di Mandzukic e CR7, allontanandolo dalla porta. I giornali hanno iniziato ad ipotizzare di vederlo lontano dai bianconeri nella prossima sessione di mercato e la società, dal canto suo, non ha più dichiarato il giocatore incedibile, fatto che suona come un campanello d’allarme.

La speranza della tifoseria della Vecchia Signora è che presto la “Joya” torni a segnare, spegnendo le voci sul suo futuro ed aiutando la sua squadra a vincere l’ennesimo campionato, ma soprattutto la tanto agognata Champions League, obiettivo dichiarato ad inizio stagione dall’ambiziosa Juventus. Riuscirà Dybala a riprendersi oppure saranno saluti? Con questa domanda passiamo alla situazione del bomber perduto successivo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.