IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Archivio Ligure della Scrittura Popolare: un’eccellenza dell’Università di Genova foto

L'ALSP ha collaborato anche con Rai Storia per la realizzazione di venti documentari sulla Grande Guerra

Più informazioni su

L’Archivio Ligure della Scrittura Popolare (ALSP) è un laboratorio didattico e un centro di ricerca e documentazione del Dipartimento di Scienze della Formazione presso l’Università di Genova. Si occupa della raccolta, dell’analisi e dello studio di testimonianze scritte a cavallo tra l’ ‘800 e il ‘900 da parte, per lo più, di italiani emigrati in America e soldati, ma anche da operai e bambini.

Fondato da Antonio Gibelli nel 1986, l’ALSP conserva nei suoi archivi oltre 60.000 documenti alcuni dei quali nella forma originale dell’epoca. Le testimonianze sono diverse: dai diari, alle memorie, passando per i quaderni di scuola, fino alle lettere che rappresentano il materiale che più di tutti restituisce le sensazioni e le paure di queste persone mentre si preparavano a lasciare casa e mettersi in viaggio verso una nuova terra oppure per andare a combattere. Nell’archivio si possono trovare scritti più antichi risalenti alla prima metà del XIX secolo e più recenti che risalgono a dopo il 1945, fino agli anni 2000. Alcune di queste testimonianze raccontano di amori struggenti separati dalla guerra o dalle idee politiche e ricostruiscono un immaginario collettivo dal valore intrinseco inestimabile.

L’Archivio è anche sede per lo svolgimento di tirocini formativi organizzati come percorsi laboratoriali che devono far acquisire determinate competenze sull’uso delle fonti documentali. La presenza di studenti interessati a questo tipo di esperienza fa si che la ricerca si ramifichi e comprenda un territorio molto ampio che può andare anche oltre i confini regionali.

Nel 2010 l’ALSP ha ricevuto dal Ministero dei Beni Culturali il riconoscimento di interesse storico e l’anno dopo ha collaborato all’allestimento della mostra Fare gli italiani andata in scena a Torino per le celebrazioni dei 150 anni dell’Unità d’Italia. Negli anni successivi ha collaborato alla realizzazione di venti documentari sulla Prima Guerra Mondiale “14-18 Grande Guerra. 100 anni dopo” che sono andati in onda su Rai Storia e successivamente distribuiti in DVD dal Corriere della Sera. Ha collaborato anche con Repubblica per la creazione e distribuzione di dieci documentari della collana “Paolo Rumiz racconta la Grande Guerra”.

Oggi l’Archivio Ligure della Scrittura Popolare collabora nella sua attività di ricerca con la Regione Liguria e altri enti, tra cui il Museo del Mare, il Centro Internazionale Studi Emigrazione Italiana e l’Ufficio Storico dell’Aeronautica Militare per la realizzazione di progetti a carattere storico culturale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.