IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Al Campus universitario di Savona arriva un nuovo corso: “Valorizzazione dei territori e turismi sostenibili”

Dall’anno accademico 2018/2019 una nuova realtà accademica a beneficio del territorio e delle nuove generazioni

Più informazioni su

A partire da settembre, il polo universitario di Savona si doterà di un nuovo percorso di laurea. Questo è ciò che hanno annunciato il presidente della Regione Liguria, l’assessore al Turismo Gianni Berrino e il rettore dell’Università di Genova Paolo Comanducci, presso la Sala della Trasparenza della Regione.

La novità assoluta riguarda l’introduzione della facoltà magistrale in “Valorizzazione dei territori e turismi sostenibili”, un’opportunità formativa che – dall’anno accademico 2018/2019 – arricchisce il Campus di Savona, con una nuova realtà accademica a beneficio del territorio e delle nuove generazioni.

Di cosa si tratta?

Il nuovo corso di laurea magistrale ha come obiettivo la formazione di futuri laureati in grado di avere competenze e abilità specifiche nel contesto del turismo e della valorizzazione del territorio.

Le parole chiave sono: Territorio, Turismo e Sostenibilità, in quanto tale percorso mira a indicare una prospettiva tesa a focalizzarsi su ognuno di questi punti. Il tutto, attraverso lo studio di specifiche attività di intervento come la progettazione, la promozione, la gestione e la valorizzazione del territorio.

Come è articolato il nuovo percorso formativo?

Prima di tutto, per accedere alla nuova facoltà magistrale è opportuno aver conseguito la laurea di primo livello, nelle facoltà di Scienze del turismo, Scienze della Comunicazione o Geografia. Tale corso, infatti – come ha evidenziato Paolo Comanducci – “prosegue il percorso già iniziato con la laurea triennale in Scienze del turismo presso il polo di Imperia”. Alla facoltà, però, si può accedere anche con altre lauree che abbiano almeno, nella propria offerta formativa, 60 CFU in settori scientifico-disciplinari.

Il percorso effettivo – gestito dal dipartimento di Scienze della Formazione – prevede un primo anno basilare, a cui seguono due curricola specifici: “Valorizzazione dei territori” e “Turismi sostenibili”, entrambi che concorrono nella formazione di esperti nel settore turistico e territoriale. Meta finale: preparare futuri lavoratori che sappiano individuare strategie efficaci per rendere il territorio attrattivo, senza perdere di vista il rispetto ambientale.

Tra le materie comuni ai due curricola si trovano: Geografia economica dei nuovi turismi e sviluppo territoriale, geografia fisica, territori del made in Italy e sistemi turistici sostenibili, ma anche gestione dei dati e dell’innovazione digitale per il turismo e lingua inglese per il turismo.

Quali saranno le nuove opportunità lavorative del laureato in “Valorizzazione del territorio” e “Turismo sostenibile”?

Questa nuova figura di laureato avrà la possibilità di accedere a organizzazioni pubbliche e private che operano nel campo turistico e territoriale, come consulente qualificato, direttore e mediatore territoriale.

Altre occasioni per il Campus di Savona

Il futuro del Campus non vede solo questo nuovo corso di laurea. In progetto ci sono altre opportunità di formazione in ambito ingegneristico, che devono ancora essere approvate e che forse muteranno la grandezza non solo fisica del complesso universitario savonese.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.